Illuminazione, dopo il PalaFacchetti, le palestre e i parcheggi interrati, arriva il progetto a led per tutti gli edifici pubblici di Treviglio. La Giunta ha infatti dichiarato di pubblico interesse la proposta presentata dalla società «Laserline Lighting Solutions srl» di Milano, per la riqualificazione e l’ammodernamento degli impianti, mediante l’installazione di 4.525 apparecchi a tecnologia Led.

Illuminazione

Gli stabili interessati sono gli istituti scolastici Mozzi, Battisti-Masih, Bicetti-Marta, Rodari, Il cerchio magico, Titigulì, Il Girasole e De Amicis. Poi ci sono il Tennis Club, il centro sportivo «Mazza», la biblioteca, la palazzina Sangalli, il Municipio e l’area ex mercato. La proposta prevede un investimento di un milione di euro (di cui circa 280 mila coperti dal contributo Gse) che sarà ripagato con un pagamento da parte del Comune di un canone di 70mila euro/anno per dieci anni, una cifra di gran lunga inferiore ai costi energetici e di manutenzione sostenuti attualmente dall’Amministrazione.

Risparmio

«Con questo intervento – ha poi aggiunto il sindaco Juri Imeri – si perseguono gli obiettivi di efficientamento energetico previsti dal Paes (Piani d’azione per l’energia sostenibile)». Un’operazione che punta a far risparmiare migliaia di euro alle casse pubbliche. Basti pensare che per il solo PalaFacchetti si è passati da una spesa di circa 42 mila euro per il periodo gennaio-agosto 2016, ai circa 32 mila dello stesso periodo del 2017.  Nei prossimi giorni, per il progetto verrà indetta una gara europea. La Laserline, in quanto promotrice, avrà il diritto di prelazione.