Le due liste civiche di minoranza, “La casa di vetro” e il “Movimento 3.0” hanno votato contro l’approvazione del rendiconto per via delle proprie idee divergenti rispetto a quelle dell’Amministrazione.

Il bilancio

Il rendiconto del bilancio 2017 del Comune di Sergnano è stato illustrato lunedì sera, in occasione del Consiglio comunale, dall’assessore al Bilancio Lodovico Landena.
Landena, con professionalità, ha illustrato le cifre del bilancio, che ha chiuso in pareggio attorno alla cifra di 3 milioni e mezzo.

L’avanzo

A destare la perplessità del gruppo di minoranza “La casa di vetro” è stato il cospicuo avanzo di bilancio, che secondo i consiglieri del gruppo (in foto) poteva essere utilizzato per effettuare degli investimenti.
L’assessore Landena ha però spiegato l’utilità dell’avanzo, che consente al Comune di avere un fondo di cassa con cui pagare i vari oneri nella parte iniziale dell’anno, in attesa dell’arrivo dei primi introiti.

I debiti

Abbastanza preoccupante, seppur stabile, la situazione debitoria del Comune. “La parte di avanzo cui abbiamo avuto accesso lo scorso anno è stata utilizzata per chiudere dei mutui – ha spiegato sempre Landena – Tuttavia, ce ne sono altri”.
Il Comune, infatti, ha ancora diversi mutui da saldare. Come chiarito da Landena: “I debiti ci terranno impegnati almeno fino al 2024”.
Al momento della votazione anche l’altro consigliere di minoranza, Enrico Duranti del “Movimento 3.0” ha votato contro il rendiconto.

Leggi anche:  Contenitori abiti usati diventano discarica FOTO

Leggi di più sul CremascoWeek in edicola da venerdì 4 maggio.