Ex acquedotto di via Cavour in vendita a Mornico al Serio.  All’asta l’immobile comunale che contiene vasche profonde sei metri.

Ex acquedotto di via Cavour in vendita

Tempo di alienazioni per il Comune. All’asta l’area di via Fornace, parcheggio pubblico davanti alla ditta «Colpack» e l’immobile di via Cavour, un immobile dell’ex acquedotto. L’acquedotto pensile di una volta, tipico degli anni Venti, era stato acquisito dal Comune e poi distrutto per realizzare lo slargo di via Verdi con via Cavour fino a via Bergamo, ma di fatto, il vero acquedotto era dietro 300 metri l’imponente struttura, appunto in via Cavour.

Vasche fino a sei metri di profondità

Si tratta di un basso manufatto alto due metri, non identificabile se non lo si conosce. Ma le cui vasche scendono a sei metri di profondità. Questo acquedotto serviva Mornico e Palosco, poi le pompe portavano l’acqua in alto, all’altro edificio, che poi riscendeva in tutte le case.

Edificio inutilizzato

Ora l’edificio risulta inutilizzato e il Comune che ha deciso di venderlo: non forniva acqua pregiata come quella della falda utilizzata ora, quindi è stato dismesso come moltissimi altri pozzi ceduti dalle società agli stessi Comuni. «Se al Comune non serve è bene che lo venda. Vediamo quanto si riesce a portare a casa» ha commentato il consigliere di minoranza Enrico Badoni.

Leggi anche:  Autonomia: Fontana incontra i presidenti delle Province FOTO

Informazioni d’asta

L’immobile di via Cavour e la sua area di pertinenza occupano una superficie di 360 metri quadri e ha il prezzo base d’asta di 35mila e 860 euro. L’asta si terrà in municipio il 30 gennaio alle 15. Per il lotto di via Fornace invece, l’asta si terrà lo stesso giorno, alle 14, e il prezzo base è di 391mila euro, per una superficie di 3.012 metri quadri.

Termine ultimo

Per prendere parte all’asta, gli interessati dovranno far pervenire la propria offerta al Comune di Mornico entro e non oltre mezzogiorno del 29 gennaio.