Andrea Ladina, candidato sindaco a Vaiano Cremasco, si inventa un  endorsement da parte di Leonardo Di Caprio: “Se fossi di Vaiano voterei per lui” avrebbe detto l’attore. Ma ovviamente non è proprio così.

“A Vaiano il mio sostegno per Andrea Ladina”

Secondo il candidato sindaco di “Vaiano democratica e ambientalista” Andrea Ladina, il mitico Leonardo Di Caprio voterebbe proprio per lui…  se solo abitasse in paese. Il bel Jack di Titanic, il Romeo di Romeo + Juliet, il Redivivo, dall’alto di Hollywood, tra un film e un impegno con l’alta società, avrebbe infatti rivolto la sua attenzione anche al piccolo paese cremasco, grazie alla recente svolta ambientalista.  Magari non esplicitamente, ammette Ladina. Ma a mezzo di un volantino, poco fa il candidato sindaco ha fatto sapere che dal momento in cui  Di Caprio avrebbe espresso davanti al gruppo dei Verdi in Parlamento Europeo il suo sostegno per tutti i candidati  “verdi e ambientalisti”  del mondo, è logico aspettarsi che sì, se Di Caprio votasse a Vaiano, voterebbe per lui. Insomma: un endorsement sillogistico, arrivato secondo una fantasiosa proprietà transitiva degli appoggi politici.  E tanto è bastato per inventarsi anche un virgolettato sul volantino: “A Vaiano il mio sostegno per Andrea Ladina”, con tanto di foto dell’attore.

“Di Caprio sostiene i candidati sindaci ambientalisti”

Scherzo? Ingegnosa trovata elettorale? Oppure è tutto vero? Chi si stesse ponendo queste domande, deve sapere che Ladina su questa tematica non scherza affatto.  “Ha mandato un telegramma a Strasburgo dove ha comunicato apertamente il suo sostegno a tutti i candidati sindaci ambientalisti ovunque nel mondo”  ha spiegato Ladina. “Io lo sono apertamente da sempre, quindi è anche per me”. E chissà se magari il bel Leonardo, attirato dalle esortazioni di Ladina al voto non deciderà davvero di fare un salto a Vaiano, per godersi una passeggiata di tutta salute in campagna, anche sotto il caratteristico viale dei tigli che, come promesso da tutte le liste, sarà presto riqualificato…

Leggi anche:  Dibattito elettorale all'americana, palestrina piena per i candidati

TORNA ALLA HOME