Sopralluogo negato al condominio solidale dopo il crollo di parte del soffitto nell’aula di musica. E così il centrodestra decide di scrivere al prefetto.

Sopralluogo negato

La minoranza ha chiesto con insistenza di fare un sopralluogo dopo il crollo avvenuto nell’edificio di viale Italia, a Pontirolo. Ma nulla. L’Amministrazione non lo ha concesso. Rimane chiuso in attesa della perizia del tecnico che non è ancora arrivata. Così il consigliere di minoranza Alessandro Vigentini ha interpellato il prefetto Elisabetta Margiacchi.

La lettera

«La nostra volontà era quella di accedere all’edificio al solo fine di espletare il ruolo di controllo assegnato ai consiglieri comunali – ha scritto Vigentini – Data la specialità del fatto accaduto, la necessaria tempestività degli interventi amministrativi, oltre all’assenza di ordinanza sindacale di chiusura dell’edificio, io e il capogruppo Roberto Bonomi, abbiamo proposto un termine in domenica 12. Il termine non è da intendersi come un’ingerenza nelle competenze del sindaco, bensì come la volontà di constatare i danni alla struttura prima che venga posto rimedio. Non è seguita nessuna risposta».

Leggi anche:  Galline sgozzate dai... topi d'appartamento

Il sindaco non ci ripensa

Il sindaco Gigliola Breviario in merito ha detto la sua in modo molto chiaro. Non ci pensa proprio a cambiare idea.

«Se lo stabile è inagibile, lo è per tutti, non vedo perché dovremmo fare accedere i consiglieri – ha spiegato – Quanto all’ordinanza  di chiusura, ho preferito mandare una lettera alla associazioni interessate. Una scelta».