Nel nuovo Governo Conte sono tre i ministri lombardi, ma ci sono anche due “vicini di casa” stretti: un veronese e un novarese.

Da Cremona Danilo Toninelli (M5S)

E’ Danilo Toninelli il nuovo Ministro delle Infrastrutture. Originario di Soresina, classe 1974, si tratta di uno dei fedelissimi di Luigi Di Maio. Sposato, due figli e reduce da una presa di posizione forte sul vicino di casa cremonese Carlo Cottarelli. Focus su GiornalediCremona.it

Da Pavia Gian Marco Centinaio (Lega)

Ministro delle Politiche Agricole è Gian Marco Centinaio, ex sindaco di Pavia. Il capogruppo della Lega in Senato ha ricevuto il Ministero delle Politiche agricole. E’ stato vicesindaco di Pavia con la Giunta Cattaneo. Ora assurge a un importante incarico nazionale nel ruolo di Ministro. Focus su GiornalediPavia.it

Altro lombardo, Marco Bussetti (Lega)

Nato a Gallarate (Va) Marco Bussetti è il nuovo Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca. Nel 2015, è stato nominato per un mese dirigente dell’istituto comprensivo Aldo Moro di Corbetta, nel Milanese, ma ha anche Coordinatore di Educazione Fisica e Sportiva dell’Ambito Territoriale di Varese. Focus su Settegiorni.it

Leggi anche:  Elezioni comunali 2018 | La Lega: Pipino parla a vanvera, il nostro voto è per Luca Veggian

Alberto Bonisoli da Novara (M5S)

Il presidente del Consiglio incaricato ha scelto il castellettese Alberto Bonisoli come ministro della Cultura. L’uomo, del Movimento 5 Stelle, è direttore della Nuova Accademia delle Belle Arti di Milano. Alberto Bonisoli, ed è residente a Castelletto Ticino (vicino ad Arona, in Provincia di Novara) dal 2007. Focus su NovaraOggi.it

Leggi anche:  Unione dell'Alto Cremasco: difficile, ma non impossibile

Il veronese Lorenzo Fontana (Lega)

Ha transitato dalla Fiera di Verona al Parlamento Europeo e ora è approdato al Governo. Lorenzo Fontana, neoministro alla Famiglia e alle disabilità, è da sempre il consigliere politico più vicino a Matteo Salvini e vicepresidente federale della Lega.