Rete assistenza stranieri, il Comune di Cavernago aderisce al progetto ministeriale e di Anci.

Rete assistenza stranieri per titolo di soggiorno

Mentre a Palosco il sindaco Mario Mazza polemizza per cinque profughi, a Cavernago il Comune aderisce alla rete di assistenza stranieri. Il progetto risale al 2006, partito come sperimentazione dal Ministero dell’Interno e dall’Anci. I Comuni che hanno aderito alla rete assistono il cittadino straniero nella compilazione elettronica della modulistica prevista dalla attuale procedura.

“Un’esperienza virtuosa”

La Giunta ha così motivato la scelta di aderire al progetto. «La rete di assistenza rappresenta un’esperienza virtuosa resa possibile dall’impegno dei Comuni che svolgono un ruolo attivo e di prossimità nei confronti  dei cittadini stranieri residenti nei rispettivi territori – si legge nella delibera – con positivi riflessi anche nell’attuazione di politiche di integrazione ed inclusione sociale».

Semplificare le procedure

Ad oggi sono più di 400 gli sportelli (singoli ed associati) della rete, per un totale di oltre 970 Comuni. L’obiettivo, dopo un’iniziale sperimentazione, è  la semplificazione delle procedure per il rilascio ed il rinnovo dei permessi e delle carte di soggiorno dei cittadini stranieri. In futuro si prevede il passaggio alla gestione amministrativa al sistema dei Comuni relativamente al rinnovo dei titoli di soggiorno.