Sottopasso aperto dopo oltre dieci anni di attesa. Sembra proprio la classica “storia all’italiana”, ma finalmente a Verdello è arrivato il tanto agognato lieto fine. Ieri, infatti, è stato aperto al traffico il sottopasso di via don Minzoni che collega Verdello a Verdellino.

Sottopasso aperto: “Grazie Santa Lucia…”

I consiglieri del gruppo di minoranza “Verdello di tutti” ci scherzano su. A diffondere la notizia dell’apertura del tanto atteso sottopasso, infatti, ci hanno pensato loro attraverso la pagina Facebook ringraziando ironicamente Santa Lucia per aver fatto questo grande regalo di verdellesi.

Oltre dieci anni di ritardo

La vicenda legata alla realizzazione e all’apertura del sottopasso di via don Minzoni è iniziata più di dieci anni fa, nell’ormai lontano 2005. I lavori affidati a Rfi (Rete ferroviaria italiana) per il raddoppio dei binari si erano arrestati poco dopo la realizzazione del sottopasso per il cedimento dell’asfalto. Poi uno stop di dieci anni e i lavori sono ripresi nel 2015. L’inaugurazione sembrava essere dietro l’angolo invece, un rinvio dopo l’altro, siamo arrivati a ieri.

Leggi anche:  Ciclista investito a Verdello

Strada aperta e sottopasso chiuso

L’ultimo falso allarme risale allo scorso ottobre quando il Comune, conclusi i lavori a suo carico in via don Minzoni (segnaletica e semafori), aveva rimosso il cantiere aprendo la strada. Il sindaco Luciano Albani allora aveva precisato che la strada era ancora formalmente chiusa anche perché continuava a condurre davanti al cantiere ancora chiuso di Rfi, in attesa del collaudo delle pompe idrauliche.