Via Bartolomeo Colleoni presto riqualificata. Il Comune di Cavernago ha vinto il bando per la piantumazione di nuovi alberi.

Via Bartolomeo Colleoni, la strada dei castelli

Una riqualificazione per dare nuovo lustro alla strada più antica di Cavernago e Malpaga. Il Comune ha infatti vinto recentemente il bando di finanziamento del parco del fiume Serio per la riqualificazione di beni interni al parco stesso. Via Bartolomeo Colleoni collega il castello di Cavernago al castello di Malpaga.

L’anno scorso era la volta di via S. Antonio

E’ la strada che collega i castelli ed esiste dalla notte dei tempi, proprio come la via Sant’Antonio che collega il fiume Serio al castello di Malpaga la quale era stata riqualificata anch’essa grazie a un bando vinto dal Comune insieme al parco regionale del fiume Serio.

La perizia dei tecnici agronomi

Il finanziamento consiste in 15mila euro a fondo perduto e prevede la posa di un nuovo filare alberato monumentale lungo il percorso ciclopedonale esistente. Il filare alberato di Pioppo Cipressino presenta piante attaccate da acari e il fungo definito “cancro del legno” che causa spaccature dei rami e del tronco centrale.

Pericolo di caduta

Ciò potrebbe, secondo la relazione dei tecnici, causare cadute nel periodo invernale. La perizia suggerisce quindi l’abbattimento e la sostituzione con querce piramidali che assicurano «il medesimo aspetto monumentale, garantiscono longevità e poca manutenzione».

Leggi anche:  Fuori strada a Cavernago SIRENE DI NOTTE

Valorizzare la via dei castelli

«La via Colleoni aveva certamente bisogno di un intervento – ha scritto in un comunicato il capogruppo di maggioranza Giovanni Valota – tanti dei pioppi presenti sono morti, alcuni ammalati ed altri si stanno avviando verso la fine del loro ciclo vitale. E’ stato, quindi, approvato un progetto, fatto realizzare a titolo gratuito dall’Amministrazione che si prefigge l’obiettivo di intervenire, sostituire gli alberi e creare un viale monumentale che accompagni il visitatore verso la maestosità dei nostri castelli».

I lavori a febbraio

Il finanziamento andrà a coprire una buona parte del costo del progetto che verrà a costare poco meno di 20mila euro. I lavori di estirpazione e messa a dimora inizieranno e finiranno nel mese di febbraio.

Obiettivo: zona 30

L’obiettivo finale dell’Amministrazione è la zona 30. «La via Colleoni una volta realizzata la variante alla SS498 diventerà una via con zona 30 – ha concluso Valota – con precisi scopi di mobilità dolce e di collegamento con i due castelli».