Era stato annunciato con grande gioia ma ora è arrivata la doccia fredda. La Figc  ha comunicato al Comune di Cologno che la tanto attesa amichevole della Nazionale under 19 non si disputerà più nella Bassa. Bensì, ironia della sorte, gli azzurrini incontreranno gli atleti finlandesi a Brescia.

Promessa mancata

Ciò che più sconcerta e che rende perplessi è che la Figc aveva annunciato la scelta di Cologno sole poche settimane fa. E pareva che tutto fosse ormai confermato, anche perché l’evento sportivo si terrà a breve, il 13 dicembre. E oltretutto ciò che non convince sono le motivazioni date dalla Federazione italiana, poco puntuali e molto vaghe.

Tra i più amareggiati la sindaca Drago

«Spiace molto che si sia presa questa decisione anche perché è del tutto inattesa e improvvisa. Come Comune abbiamo ricevuto la notizia dai responsabili, i quali per primi si erano interessati del campo di Cologno. La proposta non era partita da noi direttamente. Anche se, come è ovvio, saremmo stati, e siamo, onorati di poter ospitare la nazionale nel nostro campo» ha detto il sindaco Chiara Drago.

Leggi anche:  Calcio la Trevigliese riceve il Brianza Cernusco Merate

Poche spiegazioni

L’osservatrice della Figc aveva visitato e valutato il campo da calcio per fare i dovuti accertamenti tecnici ed era rimasta positivamente colpita. Non solo per la struttura, ma perché la realtà colognese avrebbe portato dei vantaggi.

«L’idea iniziale della Federazioneera quella di scegliere realtà più piccole. Il responsabile Persichetti, visto il campo di Cologno, era rimasto entusiasta»  ha continuato il sindaco. Ma alla fine così non è stato e si è preferito ricorrere ad un campo più grande, in una realtà molto più vasta come è quella di Brescia. «Ci è stato comunicato che ci sono state alcune difficoltà a livello organizzativo e tecnico-sportive. In concreto però non so a cosa si riferissero. Tuttavia credo che il campo, così come è stato valutato, sia adatto per ospitare una partita del genere. Quindi non possiamo fare altro che essere speranzosi e dunque aver fiducia che in futuro ci saranno altre occasioni di collaborazioni e sia possibile ospitare gli azzurrini qui a Cologno»  ha spiegato la Drago.