Doppietta Videoton successi da incorniciare. Settimana intensa e ricca di risultati per i ragazzi della Videoton Crema: successo in Coppa Divisione sul Bergamo e in campionato contro l’Asti.

Doppietta Videoton: una coppa gustosa

Grande vittoria del Videoton Crema che riscatta prontamente il ko interno in campionato con una vittoria importantissima in Coppa Divisione, che unisce squadre di Serie A, A2 e B.
Grazie a questo successo, i rossoblù si qualificano al turno successivo, regalandosi un Christmas Match di lusso.
Martedì 19 dicembre, infatti, si giocherà la gara con i Kaos di Ferrara, formazione della massima divisione nazionale del futsal: uno spettacolo unico alla Toffetti di Crema.

Partita controllata

La partita con il giovane Bergamo è ben controllata dal Videoton, che chiude il primo tempo avanti 2-0 grazie alle stoccate da fuori di Pagano (gol record, un secondo dopo esser entrato) e Villa, autore di un’altra grande prova. Nella ripresa sale in cattedra Maietti, che firma l’allungo decisivo con tre reti a certificare numeri da record per il Cobra. Villa mette il punto esclamativo sul 6-2 nel finale, in cui arrivano minuti importanti per i giovani Usberghi e Rrotani. Unico neo il severo rosso a Fumagalli.

Colpaccio Vidi in Piemonte

Altra grande vittoria del Videoton Crema, che espugna Asti con l’ennesima prestazione super e vola in classifica.
I cremaschi sono al 3° posto, insieme con il Real Cornaredo, e inseguono a brevissima distanza la vetta dei Saints Pagnano (a +2) e la seconda piazza dell’L84 (a +1), staccando proprio l’Asti, che insegue dalla 5^ posizione a -4, imponendosi in un match a due facce.
Il primo tempo è letteralmente dominato dai cremaschi, che si portano sullo 0-4 in una frazione senza storia e che, anzi, nella storia del Vidi ci entra di diritto, tra le più spettacolari di sempre.

Leggi anche:  Brescia scippa a Cologno la Nazionale under 19

Il Videoton non perdona

I locali esibiscono un possesso palla fine a se stesso e inefficace nelle zone decisive, mentre il Videoton, trascinato dall’indemoniato Pagano, non perdona niente: compattezza difensiva, quadratura e idee chiare portano al vantaggio firmato da Tosetti, bravissimo a chiudere con un delizioso tocco sotto la ripartenza dello 0-1 dopo cinque minuti di gioco. L’Asti non trova adeguate contromisure all’intraprendenza del Vidi, che gonfia la rete per altre tre volte prima dell’intervallo: Pagano trova lo 0-2 su uno schema da calcio di punizione, Maietti non fa mancare la sua firma per lo 0-3, mentre ancora Pagano chiude la frazione sullo 0-4. Un Vidi da urlo.

Ripresa difficile, ma è vittoria

Nella ripresa, però, la partita cambia completamente: l’immediato gol dell’Asti con Mendes vale l’1-4 che riaccende il match e le speranze piemontesi. La partita cambia nel cuore della ripresa: grazie al portiere di movimento, l’Asti rimonta altri due gol in 30 secondi, tra il 12′ e il 13′, sfruttando un tiro deviato nella porta cremasca e l’acuto di Fiscante. Il 3-4 apre a un finale ricco di emozioni e colpi di scena: i locali si vedono privati di Mendes per espulsione, ma il Vidi non approfitta del powerplay e gli ultimi istanti vedono la tensione schizzare alle stelle.