Evolut Romano, il fondatore Stefano Lamera ha rassegnato le proprie dimissioni irrevocabili in seguito all’ennesimo torto arbitrale subito dalla squadra.

Evolut Romano, caos nel turno infrasettimanale

Succede di tutto e di più nel turno infrasettimanale del campionato di Serie C Gold che vedeva l’Evolut Romano giocare in casa della Pallacanestro Gardonese. I bassaioli devo cedere ai padroni di casa col punteggio di 85-78, ma a far andare su tutte le furie l’entourage romanese è quello che è successo in campo all’ultimo minuto del primo quarto. Andrea Benassi nel corso dell’ultima azione si accascia a terra avendo ricevuto un colpo da un giocatore avversario riportando un taglio sulla fronte. La partita viene sospesa per diversi minuti e lo sfortunato giocatore viene trasportato all’ospedale. Oltre al danno però la Evolut subisce la beffa del doppio fallo tecnico dato alla panchina e all’espulsione di coach Maioli.

La furia di Lamera

Ex presidente Evolut Basket Stefano Lamera

Tutto questo manda letteralmente in bestia Stefano Lamera, ex presidente e colonna portante della società, che sul gruppo Facebook della Evolut Basket pubblica la mail inviata al Comitato Arbitri di Milano dove si legge.

«Il fatto è avvenuto senza alcuna sanzione o almeno rilevazione da parte dell’attentissima coppia arbitrale. Il gioco riprenderà con un tecnico e due espulsioni per proteste alla panchina di Romano. Premesso che questo è il terzo referto medico relativo a nostri ricoveri in Pronto Soccorso (visionabili). Premesso che in tutti e tre i casi nessuna sanzione è stata elevata all’esecutore materiale del fallo. Premesso che la contusione presuppone un contatto fisico e che la contusione generante lacerazioni, o stati commozionali, non può essere accidentale!!! Premesso che in tutti i casi, e per ovvia conseguenza non penso che questa volta andrà meglio, al danno si è sempre sommata la beffa di sanzioni a nostro carico. Mortificato da posizioni sempre più arroganti e comportamenti al limite del lecito. Vi comunico che è mia intenzione valutare il recesso da qualsiasi incarico da Evolut Romano Lombardo Basket, squadra che, con orgoglio, in otto anni ho fondato e portato in C Gold. In quanto parte attiva, impegnata sia finanziariamente che operativamente, nel movimento “Basket” ritengo che il comportamento autocelebrativo e le lacune offerte dal vostro servizio, impongano una scelta di discontinuità. Nella professione considererei, assistito dai legali del mio studio, azioni ben più forti, nello sport, volendo continuare a considerarlo un hobby, penso sia semplicemente meglio “abbandonarVi”».