La Remer Treviglio si è presentata ai suoi tifosi, un centinaio circa sulle scalee del PalaFacchetti, durante il Media Day. Foto di rito e interviste con i giornalisti, prima della seduta d’allenamento.

Remer Treviglio al lavoro per il campionato di A2

A ranghi ancora ridotti la Remer Treviglio si è presentata sabato al PalaFacchetti a giornalisti e tifosi. Al gruppo si aggiungeranno lunedì i giovani Mattia Palumbo, play-guardia arrivato dalla Stella Azzurra Roma, e Andrea Mezzanotte. Solo giovedì sbarcherà dagli Usa l’ala-pivot Bryce Douvier, reduce dalle fatiche nelle pre-qualifiche per il Mondiale 2019 con la Nazionale austriaca. La squadra, dopo foto e interviste di rito, si è messa al lavoro con lo staff di coach Adriano Vertemati in vista del campionato di basket di seria A2.

Riflettori sui “volti nuovi” della Remer Treviglio

L’attenzione dei media e dei tifosi è caduta sui nuovi arrivati a Treviglio in canotta Remer. Su tutti la guardia tiratrice americana Alan Voskuil, 30 anni. “Ho scelto di venire a Treviglio per l’organizzazione e la cura per i giocatori che questa società ha – ha dichiarato – Lo scorso anno Treviglio ha giocato i playoff e sono contento, dopo tanti anni in Italia, di giocare finalmente insieme a Marino e Rossi che ho affrontato tante volte come avversario”.
Il 27enne pivot Jacopo Borra, dal canto suo, conosce bene l’ambiente trevigliese e i compagni. “E’ una società che ho amato e amo ancora – ha detto – Sono qui, dopo una stagione difficile per me, per cercare di dare il mio contributo per portare Treviglio più in alto possibile insieme ai miei compagni. Daremo sempre il massimo per vincere”. Il più giovane del gruppo, compirà 16 anni il 1° novembre prossimo, è l’ala Ursulo D’Almeida, nativo del Benin. E’ arrivato in prestito dalla Pegaso Ragusa. “Sono giovanissimo, ma voglio allenarmi con i senior – racconta – e Treviglio è la società giusta per il suo programma per i giovani che hanno spazio in campo”.

Leggi anche:  Pranzo di Natale per gli ospiti della Fondazione Anni Sereni FOTO

Capitan Rossi e il regista Marino i leader del gruppo

Toccherà a loro, capitan Lele Rossi e Tommaso Marino, il regista, i leader della Remer Treviglio aiutare i compagni ad ambientarsi. Soprattutto i più giovani. “Pecchia e Cesana sono al secondo anno con noi – ha detto Marino – La squadra è giovane ma con un po’ più di esperienza di gioco insieme. Sarà stimolante allenarsi ogni giorno con ragazzi che spero vogliano migliorare e crescere ed ascoltino i consigli di chi, come il capitano Rossi, può aiutarli a farlo”. Nessuno si sbilancia sugli obiettivi stagionali. “Fare meglio dello scorso anno, anche se sarà difficile – ha chiuso Marino – Vincere tutte le partite… perché quando scendo in campo lo faccio per vincere”.