Basket, dopo la sconfitta con il Legnano  sul banco degli imputati finiscono le intemperanze di parte della tifoseria trevigliese.

La partita

Il derby lombardo si è chiuso molto male ieri per la Blu basket, che ha perso 81 a 58 sul campo di Fcl Contract Legnano.  Ecco i parziali:  20-26, 21-14, 19-11, 21-7.  Un crollo verticale per i ragazzi di coach Adriano Vertemati.   Una partita storicamente “delicata”, che  al PalaBorsani di Castellanza ha fatto parlare di sé. Anche per qualche esagerazione tra i “nostri” tifosi, dalla quale il gruppo “Rangers boys treì” si è dissociato a mezzo di un comunicato su Facebook. Non senza tuttavia lesinare una censura alle provocazioni degli avversari, cominciate nella partita d’andata.

Dopo giorni abbiamo deciso di ripostare qualcosa sulla nostra pagina per dire la nostra su ciò che è successo ieri a Legnano.
Partiamo dalla partita d’andata, la tifoseria ospite (Legnano) ha esposto 2 striscioni (“Merde”,”siete peggio di un film porno che non carica”) in questi mesi tra andata e ritorno in molti ci hanno chiesto di fare uno striscione per rispondere ma abbiamo deciso di non farlo.
Il lancio della carta igienica è stato un semplice sfottò verso la tifoseria avversaria che da anni ci offende.
L’utilizzo dei fischietti è una cosa che facciamo da tempo in casa e fuori.
All’intervallo uno dei nostri ragazzi e un ranger erano a parlare con 2 tifosi di Legnano e all’improvviso un “coniglio” della curva legnanese incappucciato ha tirato da dietro un pugno ad un Ranger Boys, ovviamente nella palestra di Castellanza non erano presenti le forze dell’ordine e il fatto è stato messo in secondo piano dallo staff del Legnano. Ci dissociamo dai gesti fatti durante l’inno e da ciò che è accaduto subito fuori dal Palazzetto (tra 2 persone presenti nel nostro settore).

SIAMO UN GRUPPO DI RAGAZZI CHE VIVONO IL BASKET 7 GIORNI SU 7 E SUPPORTANO SEMPRE I RAGAZZI NEL MOMENTO DEL BISOGNO CHE SI VINCA O CHE SI PERDA DI 20 COME IERI. NON VOGLIAMO PASSARE DALLA PARTE DEI DELINQUENTI PER UNA STUPIDATA. Provvederemo a sistemare gli attriti creati e a prendere provvedimenti su chi non rispetta le idee del gruppo.