Torna sul parquet stasera, alle 21, la Remer Treviglio che insegue il sogno playoff. Al PalaFacchetti di via del Bosco si recupera la gara del 27° turno contro la Viola Reggio Calabria.

La Remer Treviglio sogna i playoff

La salvezza messa in cassaforte con tre vittorie in otto giorni, a Latina, a Napoli e domenica in casa con l’ormai ex capolista Scafati. Ora però, con due gare da disputare nel campionato di basket di A2, la Remer Treviglio è passata dall’incubo playout salvezza al sogno playoff. Il primo passo da compiere per capitan Emanuele Rossi è compagni è ripetere la prova sontuosa sfoderata contro i partenopei anche stasera al cospetto della Metextra Viola Reggio Calabria. E a spingere la squadra, che ha trovato nel “folletto” americano James J.J. Frazier l’arma tattica in più insieme al recupero del pivot Jacopo Borra, ci sarà il calore del tifo del PalaFacchetti.

Dai playoff alla retrocessione, l’incubo reggino

Sino a dieci giorni fa Reggio Calabria era sesta nel girone Ovest e veleggiava, a pieno merito, verso la post season. L’incubo, però, era dietro l’angolo. Alla società è stata contestata una falsa fideiussione, presentata all’atto dell’iscrizione al campionato che è costata la penalizzazione di 34 punti, l’inibizione per un anno del presidente Raffaele Monastero e di tre per il proprietario di maggioranza del club Giovanni Muscolino. La sentenza sportiva di primo grado è stata confermata lunedì dalla Corte d’appello federale che ha rigettato il ricorso della società. Reggio, così, si è trovata all’ultimo posto e già retrocessa in serie B.

Leggi anche:  Remer Treviglio riabilitato il campo del PalaFacchetti

La squadra continua a onorare l’impegno

La formazione calabra, allenata da Marco Calvani, ha continuato ad allenarsi e ha giocare, onorando l’impegno. Ritrovatasi a -2 in graduatoria domenica è andata ad espugnare il campo di Agrigento e non verrà di certo a Treviglio in gita. Sospinta dagli ex biancoblu Patrick Baldassarre, Agustin Fabi e Tommaso Carnovali (approdato a Reggio a metà stagione in corso), la Viola proverà a battere la Remer pur con l’incognita della presenza in campo del suo lungo Andrew J. Pacher.

Treviglio dovrà trovare energie fisiche e mentali

Il tour de force di tre gare in 8 giorni, vinte in modo convincente dalla Remer Treviglio, ha galvanizzato l’ambiente e lo spogliatoio. “Per quanto ci riguarda c’è fiducia, c’è entusiasmo ma c’è anche il vissuto di una stagione di grande sofferenza e l’aver raggiunto un risultato (la salvezza, ndr) domenica sera, che sette giorni prima poteva essere lontanissimo nella nostra testa, ha fatto scendere l’adrenalina – spiega coach Vertemati -. Siamo anche stanchi fisicamente. In vista del match con Reggio e di quello di domenica a Biella servirà un lavoro mentale per ritrovare grande fame per andare a raggiungere un qualcosa di insperato”.