La conclusione della convention a Como

Con la firma del protocollo d’intesa fra le ANCI di otto regioni dell’arco alpino il progetto Eusalp – che coinvolge nove stati europei, per complessivi 78 milioni di abitanti, tra cui 23 milioni di italiani – entra nella sua fase più concreta e operativa. L’intesa è stata siglata questa mattina a Como, nella prestigiosa sede di Villa Gallia – al termine della due giorni che ha visto coinvolti oltre cento giovani amministratori. Si tratta di un progetto che rende operativa una rete per concrete azioni tra il mondo delle autonomie locali e i progetti comunitari europei.

All’iniziativa oltre i giovani amministratori lombardi – hanno aderito quelli di Friuli Venezia Giulia, Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Veneto e i consorzi dei Comuni del Trentino e dell’Alto Adige.

“Si tratta di un evento importante e qualificante – ha sottolineato Virginio Brivio, presidente di ANCI Lombardia – perché da subito si attivano processi di lavori semplici che coinvolgono i nostri giovani amministratori e che porteranno risposte concrete a Roma e a Bruxelles e all’intero nostro territorio. E proprio i più giovani saranno i protagonisti di una visione dell’arco alpino che è una realtà che unisce, propone e interpella. La dimensione è quella di una progettualità nuova che declinerà le tematiche ambientali e quelle ecnomiche nel segno di una crescita vera e sostenibile”.

“Ai giovani che affollano questa sala e che via via vengono coinvolti – ha aggiunto il presidente Brivio – ricordo che siamo alla vigilia del rinnovo delle cariche dell’Anci in tutte le regioni e a livello nazionale. Proprio come giovani dovrete portare energie e nuova pro positività nei nostri Direttivi e nei Dipartimenti. Non servono gruppi e recinti, serve a tutti i livelli il vostro più autentico contributo come oggi sta accadendo”.

Per la Regione Lombardia è intervenuto Pier Attilio Superti, Vice segretario generale,  che ha evidenziato come “Il progetto Eusalp si collochi a pieno titolo nelle macro strategie che la Lombardia attua per diffondere messaggi e conoscenze, partendo dai giovani. E ciò che accade oggi con i giovani amministratori verrà riproposto nei prossimi giorni a Cernobbio con i giovani imprenditori. Per noi autonomia significa anzitutto assunzione di responsabilità, attraverso un momento costituente che ci porti a un sistema semplice ed efficiente, che coinvolga chi ogni giorno è protagonista della nostra vita, a partire proprio dalle più giovani generazioni”.

Quindi gli interventi dei responsabili delle ANCI regionali, dell’Unione delle Province e dei giovani rappresentanti di Eusalp, prima della firma del protocollo d’intesa. Eusalp da oggi è realtà. Una realtà che significherà un futuro virtuoso fatto di sfide che l’entusiasmo e il fare sistema consentiranno di affrontare e di vincere.