In occasione della giornata mondiale dei donatori di sangue celebratasi venerdì 14 giugno 2019, il presidente di Anci Lombardia Virginio Brivio, attraverso il Dipartimento Welfare dell’Associazione, ha inviato ai sindaci una informativa contenente il protocollo recentemente siglato con Avis Lombardia per sensibilizzare i Comuni lombardi alla cultura del dono del sangue come importante gesto di partecipazione alla vita sociale delle comunità.

“I Comuni – ha spiegato il Presidente di Anci Lombardia – hanno tra i loro compiti istituzionali anche quello di promuovere la crescita e lo sviluppo della cittadinanza attiva e partecipata, espressione di civismo. Ecco perché insieme ad Avis abbiamo individuato, quale forma di intervento comune, un’azione di promozione e comunicazione congiunta sulla donazione indirizzata ai cittadini che, quotidianamente, si rivolgono agli sportelli dei Comuni. I Comuni che lo desiderano potranno impegnarsi  per il tramite del personale operativo presso gli sportelli degli Uffici Anagrafe, Stato Civile, a chiedere ai cittadini che richiedono un servizio se siano interessati a ricevere maggiori informazioni dall’associazione sulla futura possibilità di diventare donatori di sangue”.

I dati saranno raccolti mediante modulistica specifica e qualora il cittadino esprima il suo consenso, l’impiegato comunale, accertata la sua volontà, gli consegnerà un modulo per la raccolta dei dati per il primo contatto da parte di Avis, facendogli firmare il consenso al trattamento dei dati da parte dell’Associazione.

Tali dati verranno periodicamente inviati tramite e-mail alle Avis Comunali che per il tramite dei suoi volontari, provvederanno a contattare i cittadini interessati per fornire loro informazioni sull’Associazione e per proporre l’iscrizione alla stessa.

L’Avis si impegna, attraverso l’operato dei propri volontari, a supportare i Comuni ed i cittadini-potenziali donatori, in tutte le fasi attuative del progetto.