Seminario di presentazione presso ANCI Lombardia il 7 giugno

La Giunta Regionale, con DGR XI/1668 del 27 maggio 2019, ha approvato la Misura “Nidi Gratis” anche per l’annualità 2019/2020, al fine di azzerare la retta di frequenza sostenuta dalle famiglie per la frequenza a nidi e micro-nidi pubblici o privati convenzionati con il Comune.
Per l’anno 2019/2020, la misura sarà finanziata con fondi FSE per 25,5 milioni di euro, e con risorse regionali per 11,5 milioni di euro.

Per poter aderire alla Misura, I Comuni della Regione Lombardia, in forma singola o associata, devono:
– compartecipare alla spesa per i servizi per la prima infanzia (asili nido/micronidi);
– adottare agevolazioni tariffarie differenziate in base all’ISEE, a favore delle famiglie, per la frequenza dei bambini agli asili nido o micronidi;
– essere titolari in forma singola o associata di nidi e/o micronidi pubblici, oppure avere sottoscritto convenzioni per l’annualità 2019-2020 per l’utilizzo di posti in convenzione con asili nido e/o micronidi privati.
– non aver applicato per l’annualità 2019-2020 aumenti di tariffe rispetto all’annualità 2018-2019 ad eccezione di adeguamenti con aumenti entro l’1,2% e arrotondamenti dell’importo della retta all’euro, mentre sono possibili aumenti delle rette per le fasce ISEE superiori a euro 20.000,00.

La misura “Nidi Gratis 2019-2020” prevede, inoltre:
– la possibilità per i Comuni che hanno già aderito alla Misura Nidi Gratis 2018-2019 di aumentare i posti autorizzati nel limite massimo del 10% rispetto ai posti autorizzati nell’anno precedente;
– la possibilità, per i Comuni che aderiscono alla Misura per la prima volta, di indicare il numero di posti relativi a strutture pubbliche ed il numero di posti acquistati in convenzione, purché le convenzioni siano perfezionate entro il 31 luglio 2019.
I Comuni che non si siano dotati di regolamento con tariffe differenziate in base all’ISEE, prima di aderire alla Misura, devono necessariamente adottare un regolamento con tariffe per i servizi per la prima infanzia differenziate su base ISEE.
I requisiti per l’accesso delle famiglie sono i seguenti:
– ISEE ordinario/corrente inferiore o uguale a 20.000 euro; si fa riferimento all’ISEE minorenni nel caso in cui il Comune lo richieda per l’applicazione della retta;
– entrambi i genitori devono essere residenti in Regione Lombardia;
– entrambi i genitori devono essere occupati, oppure vi può essere un genitore occupato e un genitore disoccupato con DID (Dichiarazione di Immediata disponibilità), PSP (Patto di Servizio Personalizzato) ai sensi del D.Lgs. 150/2015 o documenti equivalenti. In caso di nuclei monogenitoriali, il genitore può essere occupato o disoccupato con DID e PSP.
Regione Lombardia raccoglierà le domande delle famiglie fino ad esaurimento della dotazione finanziaria valorizzata sulla base del criterio pari al prodotto tra il valore dei mesi di frequenza media ed il valore della retta media, calcolati alla data di chiusura della terza finestra di rendicontazione per i Comuni della Misura Nidi Gratis 2018-2019.

Per l’annualità 2019/2020, è prevista l’erogazione ai Comuni di una anticipazione quantificata sulla base della spesa rendicontata nella misura Nidi gratis 2018-2019, a valere sulle risorse regionali nei limiti dello stanziamento disponibile sull’esercizio 2019.
La DGR, infine, rinvia a successivi provvedimenti lo svolgimento di tutte le attività necessarie per l’attuazione della Misura e, in particolare, l’emanazione degli Avvisi per l’adesione alla Misura da parte dei Comuni e per la partecipazione da parte delle famiglie.

ANCI Lombardia, in collaborazione con la Regione, promuove per venerdì 7 giugno p.v. un evento di presentazione della Misura Regionale, con particolare riferimento alle istruzioni operative per l’adesione dei Comuni.
Tutte le informazioni sull’evento, sono disponibili al seguente link, ivi compresa la possibilità di iscriversi: https://www.risorsecomuni.it/2019/EVENTO.asp?id=4891 
L’incontro avrà luogo presso la sede di ANCI Lombardia, in Via Rovello n. 2 Milano, dalle ore 10 alle 13.
Sarà possibile iscriversi fino ad esaurimento posti disponibili.
Il seminario sarà trasmesso in diretta streaming e sarà consultabile anche nei giorni successivi. Per seguire in streaming non è necessario iscriversi al seminario.