Ridurre lo spreco alimentare e al contempo dare una mano alle famiglie più bisognose. E’ questo l’ambizioso obiettivo di Stefano Spilotros che proprio nei giorni scorsi ha lanciato un appello a tutti i caravaggini affinchè lo aiutino a portare a Caravaggio il progetto Refood.

A Caravaggio il progetto Refood

«Da diversi anni – ha spiegato Stefano – sono in contatto con un associazione che si chiama “Refood”. E’ un’associazione nata in Portogallo ma che da un paio d’anni è arrivata anche in Italia, a Bari, Milano e in pochi altri posti, e che vorrei portare anche a Caravaggio. Lo scopo è quello di reindirizzare il cibo “avanzato” da ristoranti, mense, negozi e supermercati e ridistribuirlo alle persone in difficoltà economiche».

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola

TORNA ALLA HOME