Annullati i falò di Sant’Antonio a Cassano d’Adda e nella frazione di Cascine San Pietro. Il livello di inquinamento dell’aria è stato superato.

I falò di Sant’Antonio a Cassano e a Cascine sono stati annullati

“A causa del superamento del livello di inquinamento dell’aria, il tradizionale falò di Sant’Antonio previsto per venerdì 17 gennaio 2020 è stato annullato”. Così è scritto nel comunicato pubblicato dall’Amministrazione comunale sul proprio sito Internet. La decisione è stata questa mattina, lunedì 13 gennaio 2020, dall’Amministrazione comunale di concerto con l’Ufficio Ecologia. E di conseguenza è saltato anche il falò in programma nella frazione di Cascine San Pietro. “I dati della centralina di rilevamento dell’aria sono stati pubblicati questa mattina e abbiamo dovuto agire di conseguenza – ha spiegato l’assessore Vittorio Caglio – Siamo dispiaciuti, ma abbiamo dovuto rispettare le norme della Regione. C’è infatti una delibera del 2017 che impone “il “divieto assoluto, per qualsiasi tipologia (falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento), di combustioni all’aperto ” quando si verificano 4 giorni consecutivi di superamento dei limiti di poveri sottili nell’aria. Siccome questi sono già stati superati e non si prevede che le concentrazioni calino per venerdì, dobbiamo attenerci a quanto deliberato dalla Regione”.

Leggi anche:  Blitz della Polizia Locale al 999 di Cassano con la Guardia di finanza e i Vigili del fuoco

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.