Anziana disabile insultata perchè ci mette troppo tempo ad attraversare la strada sulle strisce pedonali.  «Vecchiaccia stattene a casa». E’ solo una delle frasi oltraggiose con cui Loredana Nastasio, 70enne invalida di Canonica d’Adda, si è sentita apostrofare dall’automobilista di turno mentre attraversa la strada, carica di buste della spesa. E così, stanca, ha deciso di denunciare la maleducazione e l’intolleranza con cui si deve misurare quasi ogni volta che si reca al «Conad» di via Bergamo.

Anziana disabile insultata

«Soffro di coxartrosi bilaterale che mi provoca dolori a un’anca e le mie ginocchia sono artrosiche – ha raccontato – sono costretta a usare il bastone. Chiaramente non sono un fulmine, anche perché ho le borse piene. Per arrivare al market e poi tornare ho una serie di passaggi pedonali da attraversare e spesso c’è chi mi insulta, chi fa i lampeggianti per non farmi passare perché sta arrivando a tutta birra… C’è stato anche un corriere che mi ha tagliato la strada e chi mi ha preso in giro perché mi riparo dal sole con l’ombrello. Davvero una vergogna».

Leggi anche:  A Canonica primo concerto al Parco Leonardo: è già protesta

TORNA ALLA HOME