Arrestato nella serata di ieri, sabato, un cittadino marocchino residente a Cividate al Piano. Nella serata di ieri salgono a tre gli arresti complessivamente eseguiti nelle ultime 24 ore dai carabinieri della Compagnia di Treviglio, dopo il caso di padre e figlio di Bariano.

Arrestato per droga

I carabinieri della Sezione Radiomobile di Treviglio nella tarda serata di ieri, sabato, hanno arrestato in una zona periferica di Cividate, frequentata da spacciatori, un cittadino marocchino 33enne, pregiudicato, per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio.

Auto perquisita

I militari, grazie alla segnalazione di alcuni residenti, procedevano al controllo di un’autovettura modello “Mazda 3” condotta dal cittadino extracomunitario, residente a Cividate al Piano e con regolare permesso di soggiorno, il quale nella circostanza assumeva un atteggiamento insofferente e nervoso.

Droga anche in casa

I militari, pertanto, insospettiti da tale comportamento, procedevano alla perquisizione personale del soggetto, rinvenendo all’interno degli indumenti intimi circa 10 grammi di stupefacente di cocaina suddivisa in 12 palline termosaldate, pronte per essere smerciate. La perquisizione domiciliare effettuata nell’abitazione dell’arrestato, consentiva, di rinvenire, altresì, un panetto di hashish di circa 45 grammi.

Leggi anche:  Furto al centro commerciale, arrestato un 24enne

Domani l’udienza di convalida

Su disposizione del PM di turno, l’arrestato è stato temporaneamente ristretto nelle camere di sicurezza della compagnia di Treviglio, in attesa dell’udienza di convalida prevista per la mattinata di domani, lunedì, davanti al Tribunale di Bergamo.

TORNA ALLA HOME