Asilo nido a Treviglio, al via i lavori per l’ampliamento del Titigulì… oltre al nido un’avventura. Si è tenuta giovedì scorso la riunione del comitato di partecipazione dei nidi comunali di Treviglio. All’ordine del giorno, dell’organo collegiale composto da genitori, amministratori politici, responsabili del servizio ed educatori, anche i lavori di ampliamento del Titigulì.

Asilo nido a Treviglio

Durante la serata è stato illustrato anche il progetto di ampliamento dell’asilo nido Titigulì di via Trento. Si è condivisa con i genitori rappresentanti, l’organizzazione che l’amministrazione comunale, nelle persone del sindaco Juri Imeri, il vicesindaco Pinuccia Prandina con la responsabile dei nidi Luigina Marone e tutto il personale del nido, hanno messo in campo per permettere l’inizio dei lavori di ampliamento del nido, ma nello stesso tempo garantire che l’offerta del servizio nido venga garantita sia nel numero ma soprattutto nella qualità.

Oltre al nido…

Il vicesindaco ha spiegato le ragioni che hanno portato alla scelta dell’ampliamento del nido alla cui base rimane la convinzione del grande valore e qualità pedagogica del servizio nido comunale, rimandato negli anni anche dai genitori e dalla cittadinanza. Questo nuovo investimento condiviso nel tempo con i comitati di partecipazione, coinvolgerà tutto il personale dei due nidi, i genitori e i bambini in un cambiamento che le educatrici hanno voluto chiamare “Oltre al nido è un’avventura”.

Ospiti in altri istituti

Durante i lavori di ampliamento i bambini verranno ospitati in alcune strutture che hanno dato la loro disponibilità. La scuola dell’infanzia Rodari per il nido estate dal 1 luglio al 9 agosto messa a disposizione dalla dirigente Nicoletta Sudati e la nuova struttura di Castel Cerreto per i primi mesi dell’anno scolastico 2019-20 grazie alla disponibilità degli “Istituti Educativi di Bergamo”.

Leggi anche:  Il corteo del 2 giugno FOTO

Un progetto nato tre anni fa

E’ stata invece la responsabile a ripercorrere la lunga storia di questo progetto, nato più di tre anni fa, che ha consentito di rendere stabile il servizio sia da un punto di vista strutturale, con i lavori di ampliamento e rifacimento del tetto, sia da un punto di vista educativo e operativo con l’assunzione a tempo indeterminato di un aiuto-cuoco, un operatore per le pulizie e una nuova educatrice.

Le educatrici hanno presentato le scelte educative che accompagneranno questo periodo di passaggio che alla base hanno la cura e l’attenzione dei bisogni dei bambini e delle loro famiglie. Inoltre hanno mostrato i disegni tecnici della nuova struttura dopo i lavori.

Sabato 22 incontro con le famiglie

La serata è proseguita con la presentazione ufficiale della nuova coordinatrice del nido Daniela Allegrucci, ruolo voluto fortemente sia dall’amministrazione comunale che da tutto il personale educativo, che dal mese di settembre affiancherà la responsabile e le educatrici. Il prossimo appuntamento sarà sabato 22 giugno nell’auditorium della biblioteca dove il progetto verrà presentato anche alle famiglie dei bambini che inizieranno a frequentare il nido da settembre. Durante la mattinata è stata organizzata anche una visita al centro di cottura della ditta ristoratrice Gemeaz/Elior che si occuperà dei pasti del nido nel periodo della ristrutturazione, e dove i genitori potranno vedere come vengono preparati i pasti.

TORNA ALLA HOME