Assistenza disabili: quest’anno il Comune di Cologno dovrà spendere 100mila euro in più per coprire il servizio (totalmente a carico dei Comuni).

I numeri

Sabato scorso, è stato calcolato il fabbisogno annuale per l’assistenza educativa rivolta ai ragazzi disabili. E’ stato accertato un aumento di spesa pari a 100mila euro, per via dei nuovi bambini certificati dalla commissione ad hoc come possibili utenti di questo servizio. Si tratta di 645 ore di assistenza  e di 22 di programmazione, per circa 44 bambini, per un totale di costi pari a 523mila euro (100mila in più rispetto all’anno scorso). Inoltre, la spesa potrebbe pure aumentare poiché altri tre bambini a breve si presenteranno di fronte alla commissione per capire se possono usufruire o meno del servizio.

Il commento

“Per il Comune di Cologno, visto la situazione del Bilancio di certo non così rosea, si tratta di una spesa importante – ha commentato il sindaco Chiara Drago – purtroppo il costo è totalmente a carico del Comune. La spesa per l’assistenza educativa dalla scuola dell’infanzia fino alla secondaria di primo grado è sostenuta dal Comune, la Regione interviene solo nell’assistenza per quanto riguarda la scuola secondaria di secondo grado. E’ nostro impegno comunque garantire questo servizio. Per quest’anno e per il 2020 dovremmo farcela senza problemi. Speriamo comunque che nuove entrate possano dare una mano a sostenere le spese del Bilancio. Le ore di assistenza vengano stabilite dalla neuropsichiatria. L’Amministrazione a quel punto parla direttamente con le insegnanti e assistenti per capire se è necessario aumentare queste ore oppure diminuirle e in base a quanto ci viene riportato decidiamo il numero di ore definitivo. E’ per noi un tema sensibile che merita tutto il sostegno possibile”.

Leggi anche:  Femminicidio a Cologno, la UIL FPL in campo con "Save in rosa"

TORNA ALLA HOME