Il fondatore dell’Associazione sordi della Martesana è stato stroncato da un malore. La comunità piange Francesco Cremonesi, 86 anni, di Cernusco e originario di Crema.

Stroncato da un malore

Cremonesi domenica, nonostante il caldo, aveva approfittato della bella giornata per una passeggiata sotto casa, nel parco di via Mosè Bianchi, intonro alle due di pomeriggio. All’improvviso si è accasciato a terra. Erano arrivati i soccorritori e ed era stato portato in gravi condizioni all’Uboldo. E’ morto in ospedale in seguito all’improvviso infarto.

Fondatore dell’Associazione sordi

E’ stato fra i fondatori della Associazione Sordi Martesana che fu attiva e fattiva fino al 1999 presso il Centro “Pirola” in Via De Gasperi, accanto alla fermata MM e dunque facile da raggiumgere da parte di molti sordi della zona. I soci erano effettivi erano ben 150. Poi la sede chiuse ma il lavoro portato avanti da Cremonesi e dagli altri volontari fa parte della storia della città.

In prima fila in eventi e fiere

Proprio l’86enne era uno dei più attivi alla Fiera di San Giuseppe, sempre in prima fila durante mostre ed eventi organizzati dall’associazione, conosciuta come “La Martesana”. Negli anni si sono susseguiti anche la “Befana dei bambini”, la “caccia al tesoro” e anche le sfilate di Carnevale. Ma il gruppo è stato molto attivo anche a livello sportivo.

Leggi anche:  Back to school è settembre: etichettare tutto per non perdere niente

I “Giochi della gioventù” per sordi

Sempre con Cremonesi in prima fila, ha infatti organizzato gare fra silenziosi, a livello sia regionale sia nazionale, di ciclismo lungo un percorso cittadino, oltre a partite a tennis da tavolo, con una decina di campi fatti portare nella palestra di via Don Milani. Uno dei momenti più alti sono stati i “Giochi della Gioventù” di atletica leggera per sordi, sul campo di via Buonarroti, coinvolgendo il Provveditorato, che aveva diffuso l’invito agli studenti sordi di tutte le scuole elementari e medie del Milanese.

Impegno sociale nei convegni

Viveva il suo impegno come una missione di vita, tanto che ha partecipato negli anni a convegni e seminari. Il più illustre si era tenuto nel 1997 a Cernusco, nell’aula magna della scuola don Milani. «Il sordo oggi… e domani?», che era a carattere regionale, ma a cui avevano partecipato anche studiosi e sordi venuti da tutta Italia. I funerali saranno celebrati domani, giovedì, alle 15.30 in Santa Maria Assunta.

Le origini cremasche

Cremonesi era stato istruito in una scuola speciale per sordi nel Cremasco, era infatti nativo di Crema e con i sordi di quella città aveva conservato a lungo, anche dopo essersi sposato e trasferito a Cernusco, intensi rapporti di amicizia, e li andava sovente a trovare al Circolo dei sordi di Crema.