Bepi & The Prismas per la prima volta a Canonica in un concerto che ha radunato qualche centinaia di persone al Parco Leonardo.

Bepi arriva, ma che fatica!

Il rocker di Rovetta domenica sera ha fatto un po’ attendere i suoi fans e lui stesso ha spiegato il perché: code di milanesi di rientro dalla valle Seriana, e poi la nuova viabilità che gli ha creato qualche gratta capo.

“Sono arrivato in via XXV Aprile e trovando l’isola pedonale sono tornato indietro – ha raccontato – non pensavo di doverci entrare e così sono finito a Vaprio, dove c’è un via omonima e ho fatto quattro volte il giro del paese, convinto che fosse Canonica”. Poi una battuta sui famosi dossi di via Brembate e la loro altezza: “Bella quella strada, a parte i quattromila dossi che ci hanno messo, vero no? – ha scherzato con il pubblico che rideva – il cartello dice 30 Km/h… se vai a 40 km/h decolli”.

Concerto e beneficenza

Il terzo evento della rassegna organizzata nel nuovo parco dall’Amministrazione comunale ha fatto registrare un buon afflusso di pubblico. Oltre alla musica country-rock con i testi in bergamasco dell’istrionico Bepi, che ha scaldato piano piano i canonichesi all’inizio un po’ tiepidi, a garantire il successo della serata c’è stata anche l’ottima cucina del Gruppo alpini. Per tutti porchetta, salamelle, patatine e via discorrendo. Chi si è seduto al tavolo, chi si è preso un panino gustandoselo a zonzo per il parco. Il ricavato sarà devoluto in beneficenza.

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola venerdì.

Leggi anche:  Lo sbarco sulla Luna 50 anni dopo... a Canonica FOTO

TORNA ALLA HOME