Carenza di personale negli uffici: a causa del buco nei conti, sindaco e vice vestono i panni dei tecnici, diventando dirigenti di alcuni settori… e intanto Pagazzano si prepara a tirare la cinghia.

I problemi legati al Bilancio

Il 27 marzo, infatti, il segretario comunale Rina Cerri aveva sospeso la procedura di concorso pubblico utile per coprire il posto vacante di istruttore amministrativo (categoria C), in particolare per i servizi demografico-elettorali, servizi alla persona, Istruzione e cultira, Sport e tempo libero.

Il perché della sospensione

Nella determina firmata dal segretario, in cui si spiega il perché della sospensione, si legge che poiché “i documenti contabili di chiusura dell’esercizio finanziario 2018 sono in corso di predisposizione e poiché i dati provvisori esaminati lasciano precludere problemi di carattere finanziario, a titolo prudenziale,  si ritiene di sospendere il bando pubblicato”.

Il rimedio pallaliativo

Per risolvere, almeno momentaneamente il problema della carenza di personale, il 12 giugno è stata attribuita al vicesindaco Saulo Lanzeni la responsabilità gestionale dei servizi relativi alla Cultura e istruzione, nonché Sport e tempo libero. Ma anche questo non è bastato. E così, anche il primo cittadino si è reso disponibile a fare la sua parte, ottenendo la responsabilità gestionale dei servizi demografico, elettorale, anagrafe, leva e stato civile.

Leggi anche:  Sala polivalente, i lavori procedono a rilento

Ma i rimedi di Daniele Bianchi non finiscono qui.

Per saperne di più leggi il Giornale di Treviglio in edicola

TORNA ALLA HOME