Il presidente della Regione Attilio Fontana ha ricevuto questa mattina i sindaci dei Comuni lombardi che fanno parte de I Borghi più belli d’Italia, rappresentati a Palazzo Lombardia dal vice presidente dell’associazione Pier Achille Lanfranchi.

“Autonomia rafforza piccoli Comuni”

Il presidente dopo aver salutato gli amministratori ha sottolineato che “nei confronti dei piccoli comuni c’è concretamente grande attenzione”. “Stiamo portando avanti con determinazione la battaglia per l’autonomia poiché così rafforziamo le identità territoriali e diamo più prospettive ai comuni”. Fontana ha poi ricordato che da qualche settimana è in viaggio per le principali città europee un bus turistico che porterà in giro le bellezze della Lombardia tra cui anche i borghi lombardi. Il vicepresidente dell’associazione I Borghi più belli d’Italia Pier Achille Lanfranchi ha parlato di concretezza del presidente Fontana che, così come promesso, ha istituito un assessorato dedicato ai piccoli Comuni.

Gli amministratori

A Palazzo Lombardia con il presidente Fontana a ricevere la bandiera de I Borghi più belli d’Italia erano presenti le Amministrazioni comunali di:

Leggi anche:  Vivono in nove in una casa all'asta con il sussidio del padre malato

PROVINCIA DI BERGAMO: Gromo, Lovere
PROVINCIA DI BRESCIA: Bienno, Gardone Riviera, Monteisola
PROVINCIA DI CREMONA: Pandino (Gradella), Scandolara
PROVINCIA DI COMO: Tremezzina
PROVINCIA DI MANTOVA: Curtatone, Monzambano, Pomponesco, Sabbioneta, San Benedetto Po
PROVINCIA DI MILANO: Morimondo
PROVINCIA DI PAVIA: Fortunago

Gradella, piccola perla


Nel Cremasco I borghi di più belli d’Italia hanno una piccola perla. E’ Gradella (frazione di Pandino) piccolo borgo risalente all’Alto Medioevo e molto apprezzato anche nella bergamasca. Da visitare la chiesa della SS Trinità e di San Bassiano e Villa Maggi.

TORNA ALLA HOME