La Giunta di Brignano illustrerà stamattina, in una conferenza stampa, l’intervento di riqualificazione al centro sportivo. Il progetto ha ottenuto un cofinanziamento dalla Regione di 250mila euro.

A nuovo il Centro sportivo

Il Centro sportivo di Brignano potrà finalmente rifarsi il look. Il progetto è di quelli importanti: 530mila euro. Così, almeno, era nelle previsioni della Giunta Bolandrini che lo aveva fatto realizzare all’ufficio Tecnico del Comune nel 2016 per partecipare ad un bando di Regione Lombardia. Brignano rimase esclusa dalla prima tranches di finanziamenti, che andavano a coprire circa il 50% della spesa. Il progetto è rimasto in graduatoria ed è stato rifinanziato quest’anno. Brignano ha ottenuto 250mila euro.

Il progetto d’intervento

La riqualificazione al Centro sportivo, com’era stato progettata inizialmente, prevedeva un intervento sull’attuale campo in sabbia, dove si allenano le squadre giovanili dell’Us Brignanese. Previsto il rifacimento del fondo in erba sintetica in modo da ricavare un campo per calcio a 7 o, alla bisogna, due per il calcio a 5. Inoltre, la realizzazione dell’illuminazione a led, più conveniente rispetto agli attuali fari. I lavori più importanti sono previsti sull’attuale campo scoperto da tennis in cemento. Il fondo diventerà in erba sintetica e potrà quindi essere utilizzato anche per il volley e il calcetto. Verrà poi realizzata una copertura in legno lamellare a doppia guaina per un alto risparmio energetico. E anche in questo caso, l’illuminazione sarà a led, così come quella che verrà realizzata nel campo polifunzionale già coperto.

Leggi anche:  Centro sportivo "Scaravaggi", il Comune rinuncia al contributo

Già realizzato il parcheggio

Nel progetto iniziale di riqualificazione del Centro sportivo c’era anche la formazione di un nuovo parcheggio a servizio degli impianti sportivi. La dotazione di parcheggi in via Fontanine, nel frattempo, è stata aumentata con un doppio intervento. La prima area di sosta è stata realizzata in prossimità degli orti comunali e dell’area sgambatura cani. Un intervento a spese di una ditta che aveva un debito da saldare con il Comune. Altri stalli di sosta, poi, sono stati ricavati vicino all’ingresso del Centro sportivo a servizio della casetta dell’acqua.