Cominciano ad emergere i primi dettagli sul casting per partecipare come comparse al film con Elio Germano “L’uomo senza gravità”. Le riprese si terranno sia a Calvenzano che a Treviglio e qualche ciak, si mormora nei corridoi dei Comuni,  si potrà vedere già all’inizio della prossima settimana. E si potrà partecipare: giovedì la produzione selezionerà infatti tra i residenti nella Bassa 50 comparse per il film.

Il casting: si cercano cinquanta persone (pagate)

La produzione ha fatto sapere poco fa che rispetto alla prima comunicazione c’è una piccola variazione organizzativa: il casting avrà inizio a partire dalle 11  e terminerà alle 17:45. I candidati devono presentarsi all’auditorium di Calvenzano in largo XXV aprile  muniti di fotocopia di documento di identità, codice fiscale e codice Iban per il pagamento (86 euro lordi per una giornata di riprese).  Si rispetterà l’ordine di arrivo e l’ultimo ingresso consentito sarà alle 17:45. Si può comunque inviare la propria candidatura via mail, indicando nell’oggetto CALVENZANO e allegando due foto (una figura intera e un primo piano), numero di telefono, e città di provenienza. L’indirizzo è: monica.daniela.casting@gmail.com

Grande attesa

Il fermento c’è tutto: il regista Marco Bonfanti, alla sua opera prima, avrebbe già selezionato alcuni attori locali per recitare in piccoli ruoli secondari, mentre dopodomani, giovedì 17, saranno selezionate le 50 comparse: personaggi di sfondo senza battute, che compariranno come figuranti, passanti, avventori di bar e simili. La trama è ancora top secret: si sa solo che il protagonista – Germano – è un bimbo nato in un piccolo paese di provincia, con la strana caratteristica di non essere soggetto alla forza di gravità. Da lì si snoda l’intreccio della sua vita: l’ambizione, l’amore e la convivenza quotidiana con la sua strana “diversità”. QUI i dettagli e le parole del regista sul film.

Leggi anche:  La moschea di Zingonia si sposta di pochi metri

TORNA ALLA HOME