Arriva Nutripiatto: un progetto per aiutare i genitori a districarsi nell’arduo momento dei pasti.

Cibo, porzioni e bambini

Chi ha un figlio conosce molto bene il momento dei pasti, croce e delizia dei compiti genitoriali, capace di far capitolare anche il più risoluto degli adulti. La parola più ricorrente nelle tavole di ogni famiglia è “mangia!” oppure “non avanzare il cibo!” perché un problema frequente per il genitore, riconosciamolo, è non essere pienamente consapevole di quanto deve realmente mangiare un bambino.

Il sondaggio

Un sondaggio Nestlé, svolto su un campione di quasi 300 soggetti adulti, affronta il tema evidenziando che ben il 31% è convinto che un bambino debba mangiare come un adulto per crescere bene, e che addirittura il 28% tende a preparare per i figli porzioni uguali alle proprie. Forse è proprio per questo che il 42% dei genitori afferma che, spesso, il proprio figlio chiede una porzione minore di cibo, dimostrando che, se un’ampia parte dei genitori non sa bene che quantità di cibo mettere nel piatto, paradossalmente, i bambini invece questa capacità l’hanno in pugno o, per meglio dire, in mano.

Il Nutripiatto

L’innovazione di Nutripiatto sta proprio nel mettere i bambini stessi al centro, aiutando i genitori a valutare correttamente le porzioni, basandosi sulla grandezza del palmo, pugno o lunghezza delle dita del bambino. Uno strumento di educazione nutrizionale rivolto ai bambini dai 4 ai 12 anni, studiato con il fine di promuovere i principi di un’alimentazione sana e bilanciata indirizzata principalmente ai più piccoli ma che, ad ampio spettro, può creare consapevolezza negli adulti di domani e coinvolgere tutta la famiglia nella preparazione dei pasti. Attraverso Nutripiatto, sviluppato con la supervisione scientifica dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, diventa dunque fondamentale sperimentare e trasformare i più piccoli nei veri protagonisti della cucina.

Leggi anche:  Furgoncino da 10 posti per sostituire un intero treno

 Il progetto prevede un kit composto da un piatto “intelligente” e da una guida didattica che spiega come utilizzare il Nutripiatto e offre idee e consigli per soddisfare i fabbisogni nutrizionali dei bambini, tenendo anche conto delle differenti fasce di età. La guida prevede inoltre capitoli specifici relativi alla corretta idratazione e all’attività fisica da svolgere con gli amici e con i propri animali da compagnia.

È anche disponibile la piattaforma www.nutripiatto.nestle.it dove è già possibile scaricare la guida, trovare approfondimenti, ricette consultabili liberamente e che, a partire dalla fine di ottobre, permetterà alle famiglie italiane di richiedere il kit Nutripiatto on-line.

Distribuzione

L’obiettivo iniziale è di distribuire 500.000 kit Nutripiatto entro il 2020, raggiungendo così quasi il 15% delle famiglie in Italia con bambini in questa fascia di età. A partire dalla fine di ottobre il Nutripiatto potrà essere richiesto on-line su www.nutripiatto.nestle.it e inoltre sarà presentato in alcuni congressi scientifici. Nel il 2019 Nutripiatto sarà anche distribuito nelle catene della grande distribuzione che aderiranno all’iniziativa e in quei luoghi ludici e didattici in cui si possono raggiungere le famiglie, come i musei dei bambini. Previste, sempre nel 2019, attività mirate in collaborazione con le associazioni pediatriche.

LEGGI ANCHE:La tempesta perfetta: il video del ciclone che ha investito l’Italia