Ciclone mediterraneo, ma dopo il maltempo arriva l’Estate di San Martino. Dopo l’incredibile ondata di maltempo che ha investito la Penisola e sta continuando da far danni, al 9-10 novembre potremo goderci un po’ di sole e clima più gradevole.

Ancora un ciclone mediterraneo sull’Italia

L’Italia sperimenta l’ennesima intensa ondata di maltempo, a chiusura di una settimana decisamente nera, con diversi e tragici episodi alluvionali, l’ultimo dei quali ha interessato il palermitano sabato notte. “Colpa di un nuovo ciclone mediterraneo – spiegano gli esperti di 3bmeteo.com – che nasce in un contesto climatico decisamente troppo caldo per il periodo su gran parte d’Europa. Il ciclone trae inoltre molta energia dai mari ancora caldi e da masse d’aria cariche di vapor acqueo provenienti dalle latitudini tropicali, che ne esaltano gli effetti”.

Maltempo ancora per qualche giorno al Nord

“Il vortice mediterraneo perderà gradualmente forza nei prossimi giorni, ma almeno fino a metà settimana avremo ancora condizioni di maltempo su alcune regioni – prosegue Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com – oggi, lunedì, piogge battenti attese su gran parte del Nord, mentre al Centrosud avremo ancora rovesci e temporali sparsi ma, almeno per Sicilia e Calabria, il peggio dovrebbe essere ormai passato. Tra martedì e mercoledì le precipitazioni tenderanno a concentrarsi soprattutto al Nord e Toscana, a tratti intense, mentre sul resto della Penisola il tempo dovrebbe mantenersi più asciutto pur con occasionali piovaschi sui versanti tirrenici. La neve cadrà sulle Alpi in genere a quote medio-alte: il clima infatti si manterrà mite per il periodo per insistenza di venti meridionali.”

Leggi anche:  Vent’anni di Oriocenter, sabato 24 una grande festa con radio Rtl 102.5

Dal 9 novembre arriva l’Estate di San Martino

“La seconda parte della nuova settimana dovrebbe invece vedere il ritorno graduale dell’alta pressione. Avremo dunque condizioni di tempo più stabile e asciutto su gran parte del territorio, pur con qualche pioggia recidiva su Liguria, Toscana, alto Piemonte. Altrove invece il sole non dovrebbe mancare pur con qualche nube di passaggio e locali nebbie nelle ore più fredde. A proposito di clima: in questa fase le temperature potrebbero ulteriormente aumentare, portandosi almeno nei valori massimi ben al di sopra delle medie del periodo, con punte di oltre 18-20°C nelle aree soleggiate” – concludono da 3bmeteo.com.

TORNA ALLA HOME