Cerimonia per il centenario della fine della Grande guerra interrotta da un malore. Coinvolti due anziani, soccorsi dai volontari della Croce rossa presenti nel piazzale Insurrezione per la celebrazione.

Colto da un malore, si blocca la cerimonia

Era da poco passato mezzogiorno e il vicequestore di Treviglio Angelo Lino Murtas stava concludendo il suo discorso in occasione dei cent’anni della fine della Grande guerra, quando un volontario della Croce Rossa si è accasciato a terra in seguito ad un malore. L’uomo stava tenendo in mano lo stendardo della Croce rossa. Improvvisamente, è caduto a terra per un mancamento.

L’intervento dei volontari della Cri

A soccorrere l’uomo, 81enne, ci hanno pensato i colleghi volontari della Cri, che gli hanno praticato un massaggio cardiaco. Fortunatamente, il malore era lieve e l’anziano si è ripreso subito.

Un altro malore

Nello stesso istante, tuttavia, anche un altro anziano, di 83 anni, presente nel piazzale per assistere alla cerimonia, si è sentito male. I soccorritori hanno quindi fatto sedere l’uomo su una panchina e hanno provato la pressione. Accertato il buono stato di salute dei due anziani, è stata comunque chiamata un’ambulanza per precauzione. I due sono stati trasportati in codice verde al nosocomio cittadino.

Leggi anche:  La medaglia delle eccellenze in ricordo dei caduti della Grande Guerra

Cerimonia finita

A causa del doppio malore, la cerimonia non è più proseguita. Infatti, il presentatore dell’evento ha spiegato che i festeggiamenti erano ormai da ritenersi conclusi, senza che il sindaco abbia potuto tenere il discorso commemorativo.

TORNA ALLA HOME