Domenica 1 luglio alle 12.30 i Padri Bianchi di Treviglio in collaborazione con la commissione missionaria organizzano la Grigliata Solidale, un’iniziativa per raccogliere fondi per aiutare i volontari a terminare la costruzione di una scuola di avviamento professionale a Xinavane, una cittadina della provincia di Maputo, in Mozambico.

Per lavorare a Xinavane

Il paese si trova a circa 135 km dalla capitale, il che rende difficile per i ragazzi del luogo riuscire a concludere gli studi in modo da imparare un mestiere utile per il loro futuro. In questa zona del Mozambico, infatti, non ci sono scuole per la formazione professionale e nemmeno università e l’unica possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro per i giovani è quella di lavorare all’interno di un grande zuccherificio del posto che, però, nonostante offra numerosi posti di lavoro, porta gravi svantaggi (per esempio inquinamento o abbandono delle zone rurali da parte dei contadini) ad una terra di gente povera e che vive principalmente di agricoltura. Per quanto riguarda le ragazze e le giovani donne, invece, non avendo un lavoro né un titolo di studi, sono spesso obbligate a darsi alla prostituzione per poter sopravvivere.

Leggi anche:  Cento anni di storia della Questura di Bergamo in mostra all'istituto Archimede di Treviglio
padri bianchi Treviglio missione in Mozambico
La scuola di Santa Rita

Il progetto

Proprio per questi motivi, molti missionari e i Padri Bianchi di Treviglio sono intervenuti in aiuto di questa cittadina, pensando che il modo migliore per poter risolvere questi problemi fosse costruire, oltre alla scuola superiore già esistente, una scuola di formazione professionale per dare possibilità ai ragazzi di adempiere, grazie alla loro esperienza, a tutte le necessità dello zuccherificio e non solo. Il progetto per ora prevede l’utilizzo di 4 aule dell’istituto superiore Santa Rita per iniziare con l’avviamento di 3 o 4 corsi, in attesa del termine della costruzione di un edificio aggiuntivo in grado di contenere sempre più ragazzi e ragazze.

Presenti anche gli Alpini

Il ricavato della giornata sarà quindi utilizzato proprio a questo scopo: sarà di sicuro un piccolo contributo a questo grande progetto, che però sicuramente saprà fare la differenza. A questa iniziativa parteciperanno anche gli Alpini di Treviglio, che cucineranno per tutti i partecipanti panini, salamelle, patatine fritte e costine. La prenotazione va fatta possibilmente entro il 28 luglio. In caso di pioggia l’evento verrà rimandato.

TORNA ALLA HOME