Insozzati con disegni fascisti e adesivi razzisti i manifesti dell’Auser e del gruppo di minoranza “La rocca” di Romanengo.

Immediata la reazione dell’opposizione

Immediata la reazione dell’opposizione, che nei giorni scorsi ha scritto una lettera di protesta al  sindaco Attilio Polla  e ha informato i carabinieri di Romanengo.  Nella guerra dei volantini affissi nel paese ora si inseriscono anche anonimi con scarabocchi ambigui e provocatori. Il primo manifesto appeso era stato quello della maggioranza di estrazione centrodestra in cui veniva descritto come “il Partito democratico (Pd) cremasco- romanenghese stesse affondando al pari di quello nazionale – vi si leggeva –  Per scongiurare la deriva l’ordine perentorio è imbarcare di tutto. A Romanengo, come nel resto del paese, l’elettorato ha però deciso: porti chiusi per il Pd!”.

Leggi di più sul Cremaweek in edicola

TORNA ALLA HOME