Dopo 13 anni a Verdello don Diego Dolci è stato designato in missione a La Paz, in Bolivia. Un cambiamento radicale per il sacerdote 45enne originario di Valpiana, frazione di Serina, che finora era sempre rimasto nei confini della provincia di Bergamo, prima a Lallio per 5 anni e poi a Stezzano per 2 anni, prima di approdare a Verdello.

Da Verdello alla Bolivia

Ora però Don Diego dovrà fare i bagagli e trasferirsi, per un periodo di 9 o 12 anni, in Sudamerica. Emozione, sorpresa e un po’ di nostalgia per il vicario verdellese che a fine anno lascerà la Bassa. “Non mi aspettavo una scelta simile. Era prevedibile un cambiamento ma non avrei mai pensato di essere designato a una missione. Da un lato sono molto contento, in questa occasione vedo la stima del vescovo nei miei confronti e penso che sarà una grande opportunità di arricchimento personale, dall’altra ovviamente c’è un po’ di dispiacere perché dopo tutto questo tempo mi ero davvero affezionato alla gente di Verdello”.

Leggi l’intervista completa sul Giornale di Treviglio in edicola

Leggi anche:  Nutrie, cinghiali, cormorani: la Regione "dichiara guerra" alla fauna invasiva

TORNA ALLA HOME