Sui problemi della stazione si sono espressi il consigliere morenghese leghista, Cristian Locatelli, e i sindaci di Morengo e Bariano, Alessandra Ghilardi e Fiorenzo Bergamaschi.

Degrado e vandali in stazione

A segnalare il ripetersi delle problematiche di vandalismo e degrado legate alla stazione di Morengo-Bariano è stato il consigliere morenghese Cristian Locatelli, che tra le altre cose è anche un pendolare: “La situazione è problematica – ha raccontato – tra bici rubate, scritte ingiuriose sui muri e atti di vero e proprio vandalismo. Non molto tempo fa dei vandali hanno preso gli estintori della stazione  e ne hanno sparso il contenuto ovunque, bisogna intervenire”.

Ghilardi spera in una concessione da Rfi

La sindaca di Morengo, Alessandra Ghilardi, ha rilasciato dichiarazioni a mezzo stampa nelle quali ribadiva la speranza che Rfi possa lasciare la stazione in concessione ai Comuni del territorio, così da poterla riqualificare e valorizzare.

Bergamaschi critico: “Ha scoperto l’acqua calda”

L’idea di Ghilardi trova tutto sommato d’accordo anche il sindaco di Bariano, Fiorenzo Bergamaschi, che ha però sottolineato come intervenire non sia così semplice: “Ghilardi scopre l’acqua calda, l’idea di riqualificare la stazione con i Comuni dell’Unione delle Terre del Serio c’era già nel 2009 – ha spiegato il primo cittadino – All’epoca, infatti, avevamo convinto Rfi a concederci la stazione, dove avremmo voluto posizionare la sede del Com della Protezione civile, che attualmente abbiamo invece aperto a Pagazzano. Rfi aveva dato il proprio benestare, ma di fronte alle spese per il progetto, circa 125mila euro, i sindaci si erano fermati. Riqualificare la stazione è certamente un’idea, ma ha dei costi da non dimenticare”.

Leggi anche:  Terzi: "Giunto rotto, Rfi spieghi cos'è successo"

 

Puoi leggere di più sul Giornale di Treviglio e RomanoWeek in edicola questa settimana.

TORNA ALLA HOME.