Subito operativa in Lombardia la deroga per gli spandimenti in campagna, fortemente voluta e richiesta da Coldiretti.

Deroga spandimenti dal 7 al 10 causa maltempo

“E’ stato infatti pubblicato il nuovo bollettino Ersaf – rende noto la Coldiretti Lombardia – che di fatto interrompe il divieto scattato a inizio mese. Da domani sabato 7 dicembre fino a martedì 10 si apre così la prima finestra temporale per l’utilizzazione dei reflui zootecnici volta a ripristinare la fertilità del terreno e garantire una corretta gestione delle operazioni agronomiche, bloccate dall’incessante maltempo dell’ultimo periodo”.

“Una decisione – spiega la Coldiretti Lombardia – che conferma la situazione difficile vissuta dalle aziende agricole, di cui Coldiretti si è fatta carico da subito, portandola all’attenzione delle istituzioni a tutti i livelli. Il presidente della Coldiretti Ettore Prandini, infatti, è stato l’unico presidente nazionale di organizzazione agricola presente alla riunione al ministero dell’Ambiente dove si sono definite le modalità per individuare 15 giornate di deroga al divieto scattato il primo dicembre, da definire secondo i bollettini nitrati delle Regioni, compatibilmente con la regolamentazione europea”.

Leggi anche:  "La Casa di Carta" arriva a "Le Due Torri" di Stezzano

Novembre troppo piovoso

“Grazie all’impegno e al lavoro che abbiamo svolto – commenta Paolo Voltini, Presidente di Coldiretti Lombardia e di Coldiretti Cremona – siamo riusciti ad ottenere un risultato indispensabile per salvaguardare le attività stagionali, interrotte dalle piogge continue delle scorse settimane”. In Lombardia  novembre è stato infatti uno fra i mesi più piovosi dell’ultimo decennio. A causa del ripetuto passaggio di perturbazioni atlantiche, infatti, solamente quattro giornate intere si sono rivelate asciutte. Per il resto del mese si sono sempre verificate precipitazioni che hanno interessato, se non tutta, buona parte della regione.

“Voglio ringraziare l’assessore regionale all’Agricoltura Fabio Rolfi per essersi fatto carico della questione – conclude Voltini – Un sincero ringraziamento anche al ministro dell’Ambiente Sergio Costa e al ministro delle Politiche Agricole Teresa Bellanova per la sensibilità dimostrata nei confronti delle sollecitazioni della Coldiretti”.

TORNA ALLA HOME