La generosità dei covesi ha garantito di mantenere la tradizione per un altro anno, l’albero di Natale è stato donato al Gruppo Alpini da Raffaele Rossi. Verrà acceso il giorno dell’Immacolata.

La piazza di Covo avrà l’albero di Natale

E’ un appuntamento fisso e ormai consolidato da molti anni, quello con l’accensione dell’albero di Natale in piazza a Covo il giorno dell’Immacolata. Dietro quello che appare come un evento scontato, però, si nasconde la generosità di cittadini e volontari. Ogni anno, e così anche quest’anno, infatti, gli Alpini che si preoccupano spontaneamente di procurare l’abete devono cercare una pianta adatta e a “chilometro zero”, spesso fornita dalla generosità dei covesi. Così è stato anche quest’anno, appena le penne nere hanno lanciato il loro appello.

“Non vogliamo tagliare alberi sani”

“Non vogliamo tagliare alberi sani, ma solo farci donare alberi che verrebbero comunque abbattuti – ha spiegato il presidente del gruppo, Basilio Probo -. Per questo abbiamo chiesto se qualcuno avesse un pino di cui doveva liberarsi e ci siamo offerti di tagliarlo noi gratuitamente, in cambio di poterlo usare per la piazza”. Un gesto molto apprezzato, che ha trovato subito numerose adesioni: “Nel giro di un’ora dal nostro annuncio si erano già fatti avanti in tre e abbiamo scelto il più vicino – ha precisato Probo -. Meno male che ci sono persone che ci aiutano. Ringraziamo chi si è offerto e in particolare Raffaele Rossi, che abbiamo scelto per prendere l’abete. Grazie anche ai volontari che mettono a disposizione tempo, energie e mezzi per procurarsi l’albero e portarlo in piazza”.

Leggi anche:  Aggressione e intossicazioni etiliche SIRENE DI NOTTE

TORNA ALLA HOME