Festa di pensionamento tra abbracci e sorrisi per Fabrizia Denti, che dopo 35 anni di onorato servizio, si è congedata dai colleghi per godersi il meritato relax.

Festa di pensionamento

Arrivare alla pensione è un momento importante nella vita di ogni lavoratore e il modo migliore per onorare il fatidico traguardo è senza dubbio festeggiare e farsi festeggiare. Lunedì il Caimi ha riservato alcuni momenti alla sua dipendente Fabrizia, conosciuta e stimata da tutti coloro che hanno lavorato al suo fianco.

Al Caimi 35 anni

Una persona benvoluta, vivace, instancabile: un pezzo da novanta nello scacchiere del «Caimi», dove ha lavorato prima come ausiliaria d’assistenza e poi alla reception. Sul lavoro non si è mai tirata indietro, tanto è vero che durante i suoi anni al «Caimi» è stata rappresentante sindacale aziendale. È anche per queste peculiarità che le persone con cui ha lavorato fianco a fianco negli anni non potevano lasciarla andare senza aver brindato all’inizio dell’agognata pensione. Così, per omaggiare la fine del ciclo lavorativo, i colleghi le hanno organizzato una bella festa alla quale ha partecipato anche il consiglio di amministrazione.

Leggi anche:  Fratelli d'Italia, sarà un'inaugurazione blindata

L’augurio del direttore

«Abbiamo un bellissimo ricordo di tutti gli anni che abbiamo fatto con lei – ha dichiarato il direttore generale della struttura Paolo Maria Regonesi – Anche negli ultimi anni, che il Caimi si è ingrandito, tante persone hanno potuto apprezzare le sue doti. Siamo tutti grati per quello che ha fatto, spero che la sua attività lavorativa sia d’esempio a tanti, specie ai giovani che si affacciano al mondo del lavoro». Fabrizia è andata in pensione con il massimo contributivo: 43 anni, di cui 35 lavorati al «Caimi». Una vita spesa al servizio degli altri, sempre col sorriso, sempre con la voglia di tenere alto il morale, uniti i colleghi e positivo l’ambiente. Una risorsa preziosa sul piano lavorativo quanto su quello umano, che mancherà a tutti i colleghi.

TORNA ALLA HOME