Un progetto di educazione alla diversità anche nei contesti di emergenza. Arcigay Bergamo Cives in collaborazione con la Croce Rossa Italiana Bergamo Hinterland, ha organizzato un progetto strutturato su 3 incontri per formare i volontari sulla tematica transgender.

Educazione alla diversità

E’ la prima volta che si sviluppa un progetto con queste finalità, e la speranza degli organizzatori è che Bergamo possa fare  da capofila per iniziative analoghe in tutta Italia.  Il progetto ha avuto un primo incontro questa primavera molto partecipato, e ora avrà due ulteriori incontri: mercoledì 30 Ottobre e mercoledì 13 Novembre, presso il Cinema Carisma, via Sozzi 38 Gorlago, dalle ore 20:30. L’incontro è aperto a chiunque voglia formarsi su queste tematiche. I relatori della serata saranno Cristalli Christian Leonardo, Presidente Associazione Gruppo Trans di Bologna e Marco Arlati, Componente di Segreteria Nazionale delega sport e Presidente Arcigay Bergamo Cives.

Abbattere il pregiudizio nei confronti delle persone transgender

“Un grazie enorme a Marilena Peruzzetto che ha voluto fortemente questo progetto cosi importante perché apre una nuova fase di formazione che sarà da esempio per altre aree territoriali d’Italia – ha dichiarato Marco Arlati – Grazie anche a Christian per aver accettato il nostro invito, ad Emanuele Pozzi, delegato area salute del comitato di Bergamo e CEFRA provinciale, per il sostegno al progetto, alla Presidente Sabina Liebschner del comitato Bergamo Hinterland e soprattutto a tutti i volontari che parteciperanno agli incontri. Sono loro, i volontari ad essere in prima linea nell’intervenire e salvare le persone che sono in difficoltà, ed è per noi essenziale formali anche sulla possibilità di dover salvare persone transgender, che a molti sembrano invisibili, ma che in realtà sono sempre più numerose e presenti nella vita di ogni giorno, sia MTF ( maschi che transitano a femmine) sia FTM ( femmine che transitano a maschi). Portiamo formazione tra i volontari e abbattiamo le paure e i pregiudizi nei confronti delle persone transgender”

Leggi anche:  Un defibrillatore in Cascina Carlotta

TORNA ALLA HOME