Evasione fiscale delle tasse statali, il Comune di Treviglio ha azzerato le previsione degli introiti recuperati per il 2019.

Evasione fiscale

Nel 2019 il Comune non incasserà nemmeno un euro dal recupero dell’evasione fiscale delle tasse statali. Nella Variazione di Bilancio approvata martedì sera in Consiglio comunale sono stati infatti azzerati i 10 mila euro che erano stati messi a preventivo. Si tratta di risorse che i Comuni possono incamerare, segnalando all’Agenzia delle Entrate casi «sospetti». Una possibilità che era stata prevista nel 2005 dal Governo Berlusconi (di cui faceva parte anche la Lega Nord). Inizialmente veniva lasciato agli enti locali il 30% della somma recuperata. Una percentuale salita poi al 50% e, dal 2012, al 100%. Un modo, per i Comuni, di reperire risorse preziose e, per lo Stato, di contrastare l’evasione fiscale.

“Le Lega predica bene e razzola male”

“La Lega predica bene e razzola male – ha dichiarato in Aula la capogruppo del Pd, Laura Rossoni – Questa norma sull’evasione fiscale, introdotta tra l’altro da un Governo di centrodestra, permette ai Comuni, che possono più facilmente individuare cittadini che hanno un tenore di vita ‘sospetto’, di incamerare le somme evase. Capisco che sia una norma scomoda da applicare – ha sottolineato Rossoni – ma è di grande equità sociale e paga anche in termini di consenso”.

Il confronto con gli altri Comuni

Il consigliere di opposizione ha poi messo a confronto il modus dell’Amministrazione comunale di Treviglio con quelle di altre realtà del territorio. «Treviglio nel 2018 ha incassato circa 9 mila euro dal recupero dell’evasione fiscale, che nel 2019 si ridurranno a zero», ha proseguito l’esponente del centrosinistra. Bergamo, invece, secondo i dati letti in Aula da Rossoni, nel 2018 ha recuperato mezzo milione di euro, mentre nel 2019 la previsione è di 300 mila euro. Scanzorosciate ha introitato 29 mila euro nel 2018 e ne prevede 40 mila quest’anno, cifra che sale a 48 mila nel caso di Crema. “Se anche noi applicassimo questa norma con costanza – ha concluso la capogruppo del Pd – avremmo potuto evitare l’aumento dell’Imu e il rincaro dei parcheggi”.

Leggi anche:  A Treviglio il Congresso su screening e prevenzione

“Contrastiamo l’evasione sui tributi locali”

Parole che hanno punto sul vivo i membri di maggioranza. “I parcheggi costano di più a Bergamo – ha detto il capogruppo della Lega, Franco Giussani – E poi, se conosci casi di evasione fiscale, non hai che da segnalarli alla Guardia di Finanza». “Abbiamo aumentato lo stanziamento sul capitolo del contrasto all’evasione dei tributi locali e sull’argomento stiamo facendo un grande lavoro da anni – ha invece replicato il sindaco Juri Imeri – Se voi siete al corrente di situazioni note, perché non lo segnalate all’Agenzia delle Entrate? Non entro nel merito dell’attività degli altri Comuni – ha concluso il primo cittadino – altrimenti potrei andare a vedere quanti investimenti hanno fatto loro oppure quando e quanto hanno aumentato l’Imu”.

TORNA ALLA HOME