Iniziati stamattina i lavori per la messa in sicurezza della ex Filandina, a Brignano. L’edificio, già parzialmente demolito nel 2010, risultava pericolante e a rischio crollo. Da dicembre l’Amministrazione aveva chiuso il parcheggio di via XXV Aprile.

Ex Filandina, via ai lavori

Ruspe in azione stamattina a Brignano per i lavori di messa in sicurezza di quel che resta dell’edificio della ex Filandina. L’edificio era già stato parzialmente demolito nel 2010 per ricavare il parcheggio di via XXV Aprile. Le condizioni di stabilità di ciò che ne restava, però, si sono fatte critiche per l’ampliamento di alcune fessurazioni. Il rischio crollo ha così spinto, a metà dicembre, l’Amministrazione comunale a chiudere l’accesso al parcheggio ai veicoli sino al termine dei lavori di demolizione.

A rischio anche il palazzo dell’ex Municipio

Le condizioni di instabilità dei ruderi dell’ex Filandina rischiavano di compromettere anche l’edificio settecentesco adiacente che sino al 2004 ospitava gli uffici del Comune. ” L’edificio (della ex Filandina, ndr) è stato costantemente monitorato dal nostro ufficio Tecnico – aveva spiegato il sindaco Beatrice Bolandrini – e nell’ultimo sopralluogo è emerso che le condizioni del rudere sono peggiorate: le fessurazioni si sono allargate e c’è il rischio che la struttura crolli andando a danneggiare anche l’edificio dell’ex Municipio».

Leggi anche:  Crema 2020 al via i lavori

Tempi e costi dell’intervento

I primi lavori su ciò che resta della ex Filandina prevedono la sistemazione del muro, la messa in sicurezza del ponteggio che tornerà ad essere coperto con un telo. Questo primo intervento costerà 7.600 euro. “Se verrà garantita la messa in sicurezza della parte pericolante dell’edificio – ha concluso il sindaco Bolandrini – cercheremo di riaprire il parcheggio di via XXV Aprile già in serata, in modo da non mettere in difficoltà le attività commerciali. Gli ulteriori lavori che saranno necessari verranno poi fatti nelle prossime settimane”.