Il capannone, di proprietà della “Magris srl”, dovrebbe divenire operativo entro la fine dell’anno.

Lo stralcio Occhio Tadino

I primi lavori erano iniziati in primavera, quando l’Amministrazione comunale aveva messo mano alla suddivisione del lotto così da favorire l’insediamento della ditta Magris srl, specializzata nella realizzazione di prodotti sanitari.

Opere di urbanizzazione

A seguito di ciò, a partire dallo scorso aprile sono iniziati i lavori per le opere di urbanizzazione necessarie all’insediamento. Lavori finiti solo nelle ultime settimane, e ora in fase di collaudo, mentre è appena partito il cantiere per il nuovo capannone.

Il capannone

Il capannone sorgerà su un’area di 40mila metri quadrati, occupandone circa la metà. Un insediamento importante anche e soprattutto per le casse comunali, che oltre alle opere di urbanizzazione registrerà maggiori entrate a bilancio grazie a questo nuovo insediamento industriale.

Puoi saperne di più sul Giornale di Treviglio e RomanoWeek in edicola da questa mattina.

TORNA ALLA HOME.