La donna succinta che compariva sul banner del sexy shop “L’isola del piacere” di Treviglio, uno degli sponsor della Festa dell’Unità, è stata rimossa. A chiederlo era stata Milva Facchetti, presidente della Casa delle donne. Una proposta che ha trovato concorde anche il Partito Democratico. “Il sesso lo fanno sia gli uomini che le donne, quindi perché non vengono utilizzate anche immagini maschili come ha fatto Bruno Manenti nella sua vignetta?”, ha detto Facchetti. Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola.

TORNA ALLA HOME