E’ arrivato poco fa al Santuario di Caravaggio il feretro della dottoressa caravaggina morta nell’incidente di Pioltello. Tantissimi i partcipanti ai funerali di Ida Milanesi.

Funerali di Ida Milanesi, tantissimi partecipanti

Era molto conosciuta a Caravaggio Ida Milanesi e la sua morte ha lasciato sconvolta l’intera comunità. E poi pazienti, amici e colleghi del Besta che hanno voluto prendere parte al corteo funebre partito poco fa dal ristorante “Il giardino del Santuario” diretto alla Beata Vergine del Fonte di Caravaggio. Presenti anche la Polizia Locale, i Carabinieri, la guardia di finanza, l’Amministrazione di Caravaggio con il sindaco Claudio Bolandrini e molti consiglieri e il vicesindaco di Treviglio Pinuccia Prandina. Il presidente della Repubblica ha inviato una corona di fiori.

La speranza nella tragedia

Il santuario è già gremito ancor prima dell’arrivo del feretro di Ida Milanesi. A fatica è riuscito ad accogliere quanti hanno voluto partecipare all’ultimo saluto alla dottoressa per vocazione e ristoratrice per passione che avevano conosciuto. Una funzione solenne, intrisa di tristezza. Sono tanti gli sguardi smarriti e i volti increduli per quanto accaduto. Speranza. E’ questa la parola che ricorre più volte nell’omelia, una speranza che fatica a prevalere sulla voglia di giustizia per quanto accaduto giovedì 25 gennaio su quel “maledetto treno”. Tutti ormai lo chiamano così perché si è portato via il sorriso di Ida, ma anche quello di Pierangela e Alessandra (i funerali di Alessandra Pirri si sono svolti oggi a Capralba, ndr).

“Ciao mamma…”

E’ la figlia Valentina Tagliaferri, 22 anni e la stessa passione per la medicina come i suoi genitori, a prendere parola per ricordare l’amata mamma. Le parole a fatica tra i singhiozzi hanno raggiunto i cuori appesantiti dei presenti: “Il tuo telefono squillava sempre – ha ricordato – e tu sempre rispondevi per prenderti cura di tuoi pazienti. Oppure il sabato mattina a spasso tra i negozi del centro. Amavi farmi sorprese soprattutto quando superavo un esame con successo. Non hai mai fatto mancare nulla alla tua famiglia, a me e al papà, perché anche se la nostra era una famiglia piccola noi tre ci bastavamo. Ciao mamma…”

Leggi anche:  Naso all'insù nel Ferragosto di Romano

Gocce d’amore

Parole di amicizia e affetto anche in quella che è sembrata quasi una poesia per ricordare la vita piena di Ida. “Gocce d’amore per la tua famiglia, per il tuo lavoro, la domenica per il tuo ristorante – hanno ricordato – la mattina arrivavi a lavoro e indossavi il tuo camice, odiavi far aspettare io tuoi pazienti. Il tuo sorriso non lo hai mai negato a nessuno”.

L’uscita dalla chiesa

Commovente l’uscita del feretro dal Santuario di Caravaggio dopo la funzione religiosa. Sulle note di Amazing Grace il lungo applauso della folla. Un applauso a Ida, alla sua umanità, alla sua professionalità. Un applauso alla donna che ha portato la luce nella vita di tanti suoi pazienti e che ha trovato il buio mentre andava al lavoro, a salvare la vita alle persone.

Lutto cittadino

In occasione dei funerali di Ida Milanesi e di Pierangela Tadini, l’altra caravaggina morta nel tragico incidente ferroviario di Pioltello il sindaco Claudio Bolandrini ha indetto il lutto cittadino da oggi fino a lunedì. Il 5 febbraio saranno infatti celebrate, in forma privata, le esequie di Pierangela Tadini.  “La comunità cittadina partecipa con rispetto e affetto al dolore di coloro che le conoscevano e le stimavano, stringendosi a loro con sincera commozione”.