Furti di rame al cimitero di Mornico al Serio, da un mese i ladri sottraggono i vasi di fiori delle tombe.

Furti di rame sulle tombe

Da un mese i ladri hanno preso di mira i vasi in ottone e rame che spariscono dalle tombe. Tempi di crisi che non risparmiano neppure i luoghi sacri, gesti che vanno a toccare i cuori e il ricordo dei propri cari.  Nessun rispetto per i morti, la caccia al rame supera ogni confine etico e morale. Non bastano gli impianti di illuminazione, i furti nelle cave e dei tubi pluviali. Il commercio illegale di rame si muove oltre i confini nazionali, dove viene rivenduto e fuso per dargli nuova vita ed essere utilizzato oltralpe.

Via i vasi dell’acqua per i fiori

A sparire sono i vasi in ottone e rame, come racconta una signora fuori dal camposanto. “E’ da un mese che sento persone lamentarsi – racconta la signora – a sparire sono i vasi in ottone o in rame che vengono riempiti d’acqua per i fiori e inseriti nel vaso di marmo che fa parte della tomba – e con tono desolato ammette – Ormai rubano di tutto”. Un altro signore, con lo stesso tono afferma: “Speriamo non si mettano a rubare anche ai morti nella tomba”.

Leggi anche:  Svaligiato l'asilo nido, spariti i soldi delle rette

Il Comune si è già mosso

L’Amministrazione è al corrente della situazione. “Sappiamo che sono stati rubati vasi di rame – ha detto il vicesindaco Luca Signorelli – ovviamente ci siamo già mossi affinché non accadano più furti al cimitero”.

TORNA ALLA HOME