Le ragazze della pallavolo di Agnadello hanno indossato una maglietta per dire basta alla violenza sulle donne, mentre in piazza Castello e davanti alle scuole permangono le postazioni di Rete rosa, la cui campagna dura tutto l’anno.

Violenza sulle donne, anche lo sport in prima linea

Violenza sulle donneIl 25 novembre è la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, e le ragazze della squadra di pallavolo Gerundo volley hanno voluto mandare un segnale forte: sono scese in campo con una maglietta con stampato sopra uno slogan per dire basta. Non solo. In paese, come ogni anno, Rete rosa ha realizzato un’istallazione in piazza castello, con una sedia rossa visto che la panchina utilizzata lo scorso anno è sparita. In realtà la campagna dura tutto l’anno e questa si intitola “Educare alla non violenza a partire dall’ambiente. Se non la curi… muore”.

” Il senso di questa campagna è questo, così come se non si cura una pianta questa sfiorisce e muore, così una donna se vittima di violenza si spegne  – ha spiegato Pierina Bolzoni – Gli altri anni avevamo posizionato le sagome, gli ombrelli, la panchina rossa… quest’anno però in piazza abbiamo usato una sedia con drappo rosso perché è sparita. Lì ci sono anche piante vive, piante che stanno appassendo e piante morte: su queste ultime sono stati messi i nomi delle donne uccise”.

Leggi anche:  Natale a Sergnano... domenica si accende l'albero in piazza

TORNA ALLA HOME