Oggi è la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne e anche la Bassa dice basta, con decine di eventi in quasi ogni Comune. Eccone un breve riassunto.

A Cologno, in memoria di Zina

Una fiaccolata per non dimenticare Zina, per dire «No» alla violenza e sostenere economicamente le figlie della colognese di 36 anni uccisa dal marito sei settimane fa. Avrà un sapore ancora più amaro a Cologno, quest’anno, questa Giornata mondiale. La comunità piangerà infatti per la seconda volta Zinaida Solonari, per tutti Zina, giovane mamma moldava assassinata nella notte tra sabato 5 e domenica 6 ottobre, con due coltellate, dal marito 47enne Maurizio Quattrocchi.
L’appuntamento è per stasera, lunedì, alle 20 davanti alla fontana di via Rocca, che già in occasione dei funerali era stata trasformata in una sorta di memoriale spontaneo per Zina, con fiori e nastri rossi. Da lì partirà una fiaccolata.

Leggi anche: Cologno, Morengo: un corteo per ricordare Zina, uccisa dal marito a settembre

Sempre a Cologno, il 27 novembre alle 20.30 in sala consiliare si terrà la serata tematica “D’amore si vive non si muore” con la partecipazione di Elisa Barachetti drammaterapeuta, Elena Mearini scrittrice e poestessa, Cinzia Mancadori responsabile Centro antiviolenza Sirio e l’avvocato Cecilia Gipponi, coordinatrice Rete antiviolenza.

Treviglio, una mostra in ospedale

In ospedale a Treviglio torna invece la mostra fotografica «Il coraggio delle donne», del circolo fotografico «Il Caravaggio» con l’associazione «Clementina Borghi». Rimarrà visitabile nel “«decumano» (percorso giallo, pianterreno) fino al 15 dicembre. L’inaugurazione avrà luogo proprio oggi, lunedì, alle 14.

La mostra presenta ventuno donne che hanno attraversato momenti difficili ma che con coraggio e determinazione hanno saputo superarli. Hanno partecipato all’iniziativa quindici fotografi locali: Enrico Appiani, Duilio Bellomo, Lino Beltrame, Vittorio Brambilla, Marco Celestina, Antonio Cozzi, Roberta Tassi, Alessandro Frecchiami, Marco Goisis, Victoria Herranz, Giuseppe Maridati, Andreina Pasini, Giovanni Roglio e Gianni Testa.

Itis Archimede, uno spazio di riflessione

La commissione Pari opportunità di Treviglio, con il Consiglio delle donne, propone invece due iniziative: dopo un reading che si è tenuto ieri, stamattina con Sirio, Casa delle donne, Non sei sola e l’istituto Archimede nel polo tecnico trevigliese si apre uno spazio di riflessione sul tema della violenza di genere. Resterà aperto dalle 9 alle 14, e poi fino a giovedì 28 dalle 8 alle 14.

Brignano: i sacchetti del pane parlano di violenza

A Brignano il film «Nome di donna» è stato proiettato ieri, domenica, nella sala del Trono di palazzo Visconti, grazie all’iniziativa delle operatrici di «Sportello Donna». Sui sacchetti di pane acquistati in paese è stato  inoltre apposto l’adesivo «Per molte donne la violenza è pane quotidiano».

Leggi anche:  Cade da sei metri, giovane perde la vita a Castione della presolana

A Bariano i parcheggi rosa

Bene gli eventi e le manifestazioni. Ancor meglio le politiche per la famiglia e l’uguaglianza di genere. Bene lo sanno a Bariano, dove sono stati realizzati per il 25 novembre alcuni parcheggi rosa, dedicati alle donne in gravidanza e alle neo-mamme. Serviranno la stazione, il cimitero, la farmacia e gli ambulatori.

Panchine rosse da Fara a Fontanella

Tantissime le Amministrazioni che hanno invece deciso di inaugurare una «panchina rossa», simbolo della lotta contro la violenza di genere. Tra questi Fara d’Adda, Arcene e Fontanella, che hanno inaugurato la propria in questi giorni. Tre invece le panchine inaugurate a Bariano, installate da Gruppo Ecologico Terranostra, Planet Volley e Rete delle Associazioni di Bariano.

Corsi di autodifesa femminile

Ma la lotta alla violenza per le donne della Bassa si fa anche in palestra. Partiranno infatti proprio in questi giorni, a Canonica e a Verdellino, due corsi di autodifesa femminile. Il primo si terrà a Canonica a partire dal 29 novembre, dalle 20.30 alle 22, nel centro diurno di via Locatelli. A Verdellino il corso gratuito «Imparare a riconoscere, prevenire e gestire pericoli e violenze» si terrà ogni giovedì, da ieri sino al 23 gennaio, alle 20.30 al centro sportivo di piazzale Newton.

La camminata di Romano

Importante il calendario di eventi in rosso anche nella Bassa orientale. A Romano, ieri sera nonostante la pioggia c’era «Noi ci siamo», una camminata silenziosa partita dal Comune alle 16.45.

Scarpe rosse in piazza del Comune anche a Cividate. Domani, martedì 26, alle 20.45 in sala consiliare si terrà la serata divulgativa «Siediti con me…».

A Ghisalba, il 29 novembre 2019, alle 20.45 in sala consiliare “Uno sguardo alla violenza nascosta” con la partecipazione di Cecilia Gipponi, coordinatrice Rete antiviolenza Non sei sola, Nadia Patrizi dello sportello sulla persona del Comune di Ghisalba e Cinzia Mancadori del centro antiviolenza Sportello donna di Sirio.

Questa sera, 25 novembre, a Castel Rozzone l’Amministrazione comunale in collaborazione con la Commissione cultura e la Coop Sirio di Treviglio propone la visione del film “Il cliente” del regista iraniano Asghar Farhadi a cui seguirà un momento di confronto con le operatrici di Sirio.

Ecco l’elenco di tutte le iniziative, in ogni link l’approfondimento sulle iniziative in programma da oggi al 26 novembre 2019:

Treviglio, Caravaggio e Brignano: film, letture e conferenze

Zingonia, Fara, Pontirolo, Canonica, Arcene: dall’autodifesa alle conferenze

La Bassa Orientale contro la violenza: le iniziative a Cividate, Covo, Calcio, Barbata, Fontanella

Romano e Martinengo: tra marce silenziose e confronti con le istituzioni

Il Cremasco: dalla panchina rossa rubata ad Agnadello alle tante iniziative nei Comuni

Bariano guarda avanti: arrivano i parcheggi rosa

 

TORNA ALLA HOME