Anche Urgnano oggi ha gridato “no” al bullismo.

No al bullismo

Stamani i ragazzi della scuola media di Urgnano, in occasione della Giornata internazionale contro il bullismo, si sono trovati in piazza. Tutti insieme hanno urlato a gran voce “la nostra scuola dice no al bullismo”. L’iniziativa di oggi nasce da una proposta del Miur. Attraverso il provveditorato degli studi si è pensato a qualcosa che fosse sulla falsa riga dell’iniziativa dell’anno scorso “Il nodo blu contro il bullismo”. Quest’anno però si è pensato a qualcosa di meno fotografico e più sonoro.

I ragazzi in piazza

Quasi come se fosse un flash mob, i ragazzi delle scuole medie di Urgnano sono scesi in piazza. Insieme a loro erano presenti anche i carabinieri, il sindaco Efrem Epizoi e la dirigente scolastica Valeria Cattaneo, che ha aperto la manifestazione con un discorso toccante. I ragazzi hanno attirato l’attenzione dei passanti suonando dei tamburi, per poi urlare a gran voce la frase “la nostra scuola dice no al bullismo”. Con tanto di striscione dove era riportata la stessa frase.

Leggi anche:  Preservativo abbandonato nella fontana, spunta un cartello per gli amanti

Da sempre in lotta contro il bullismo

Quest’iniziativa è inserita in una battaglia che l’istituto comprensivo di Urgnano “B. Colleoni” abbraccia da anni. Ovvero la lotta al bullismo e al cyberbullismo, due piaghe sociali che non vanno assolutamente prese alla leggera. Ecco perché in questi anni tante sono state le iniziative promosse dall’istituto per capire e risolvere queste problematiche. Infatti pochi sono stati gli istituti che hanno potuto aderire al progetto, perché la comunicazione del Miur è arrivata solo sabato scorso. L’istituto di Urgnano, che da sempre crede in questa lotta, è riuscito, grazie alla sinergia e  all’impegno di più enti, a organizzare un evento di forte impatto. Giudicate voi dalle immagini!

Video

 

Foto